mercoledì - 18 ottobre 2017
 
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Trading sul Bitcoin: cosa sapere per iniziare

0
condivisioni

Che il Bitcoin sia una criptovaluta molto diffusa è ormai cosa risaputa; che il suo valore sia letteralmente schizzato alle stelle è altrettanto noto visto il record toccato di recente. Sono tanti gli utenti che decidono di acquistare questa moneta virtuale da tenere e conservare in un wallet elettronico, un portafogli virtuale, con la speranza (ad oggi ampiamente ripagata) di vederne crescer il valore.
C’è poi chi del Bitcoin ne fa un uso ordinario, quello per il quale la criptomoneta è nata: ovvero effettuare transazioni e pagamenti anche da una parte all’altra del mondo, con un semplice click e in modalità sicura, crittografata.

Una cosa che forse non tutti sanno è che accanto queste due tipologie di fruizione del Bitcoin, probabilmente le più ortodosse, esistono anche altre finalità che possono essere perseguite. La criptovaluta in questione può anche essere approcciata come investimento a breve termine; esattamente come un asset che sia un azione, uno strumento finanziario derivato o una materia prima.
Tutto questo è possibile online, tramite piattaforme virtuali che prendono il nome di broker: oggi in sostanza si può fare trading online sul Bitcoin con la speranza di guadagnare. Ovvero investire su questa criptovaluta e farlo direttamente tramite il web.

Il trading online è, già da qualche anno, entrato di diritto tra gli strumenti più utilizzati dagli investitori. Anche in Italia. Si tratta semplicemente di utilizzare lo strumento multimediale per piazzare movimenti per i quali, prima, era indispensabile rivolgersi all’intermediazione di una banca o di un qualsiasi altro soggetto.
Chi si dedica all’attività di trading online in sostanza diventa un investitore autonomo, in gradi di effettuare movimenti e investimenti da solo e senza dover ricorrere ad alcun intermediario.
E se fino ad oggi questa nuova modalità ha riguardato essenzialmente materie prime, valute estere, azioni, prodotti derivati ecc… negli ultimi mesi, complice il boom del Bitcoin, l’attività di trading online ha iniziato a riguardare anche le criptovalute.

Leggi anche:  Prestiti INPDAP: requisiti per richiedere finanziamenti agevolati nel 2017

Il meccanismo è il medesimo che si utilizza per investire su altri strumenti del trading online: registrarsi quindi presso una piattaforma online, aprire un profilo, caricarlo con denaro e quindi accedere direttamente ai mercati. Si può in sostanza andare a investire sui Bitcoin e su tutte le altre principali criptomonete anche direttamente dal monitor del proprio pc o da uno smartphone.
Fare trading sui Bitcoin è conveniente? Ovviamente non si può rispondere con certezza in modo affermativo. Sicuramente in questo momento storico la valuta sta vivendo un’impennata che nessuno avrebbe potuto preventivare: va però ricordato che investire tramite trading online non vuol dire acquistare Bitcoin e tenerli nel proprio portafogli virtuale in attesa che aumenti il valore. Si tratta altresì di investimenti a breve termine che possono, da subito, generare un rendimento o farci perdere il capitale investito. Quindi un’operazione da ponderare e valutare con la massima attenzione.

0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l