Troina entra a far parte del club dei Borghi più belli d’Italia. La notizia è stata confermata dal primo cittadino Fabio Venezia che il 3 luglio scorso aveva “fatto da Cicerone” alla commissione che aveva visitato il Comune nebroideo, prima capitale capitale normanna di Sicilia, prima sede vescovile dell’Isola, e l’unica città a sud di Napoli ad avere ed esporre un’opera di Tiziano.

Troina diventa così il ventesimo comune siciliano, con Gangi, Petralia Soprana, Geraci Siculo, Castelmola, Sambuca, Sperlinga, Cefalù, Castiglione di Sicilia, Castroreale, Erice, Ferla, Montalbano Elicona, Monterosso Almo, Novara, Palazzolo Acreide, Salemi, San Marco D’alunzio, Savoca e Sutera, a far parte dell’associazione, guidata da Fiorello Primi, che promuove i piccoli centri abitati italiani che decidono di associarsi ad essa con una qualifica di “spiccato interesse storico e artistico”.

“Entrare a far parte di questo prestigioso circuito culturale e turistico è motivo di orgoglio per tutti noi ma soprattutto una grande opportunità di rilancio per la nostra comunità – commenta a Nebrodi News il sindaco Fabio Venezia -. Un importante riconoscimento per il grande lavoro svolto in questi anni sul versante della valorizzazione del centro storico e del rilancio culturale e turistico di Troina. Grazie di cuore a chi ha creduto, a chi ha lavorato e a chi ha sostenuto questo grande progetto per Troina”.

Leggi anche:  Stanziati 9 milioni di euro per far ritornare alla bellezza 12 beni culturali