domenica - 22 ottobre 2017
 
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Per promuovere il turismo sostenibile e valorizzare i prodotti agroalimentari

Troina, Sambuca di Sicilia e Savoca lanciano il progetto “Le vie del sambuco”

0
condivisioni

Sottoscritto il protocollo d’intesa tra il comune di Troina e i due “Borghi più belli d’Italia” Sambuca di Sicilia e Savoca per promuovere il turismo sostenibile e la valorizzare dei prodotti agroalimentari.

Il progetto “Le vie del sambuco”, avviato dai tre comuni, è stato sottoscritto sabato 5 agosto. Si tratta di una rete che unisce tra loro tre realtà siciliane diverse, ma al tempo stesso molto simili, che vogliono promuovere forme di turismo culturale ed enogastronomico sostenibile, con particolare riguardo alla valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti tipici locali, attorno all’elemento comune della pianta del sambuco.

Infatti, ad accomunare i tre comuni siciliani, oltre la dominazione araba, è proprio la pianta che fiorisce in primavera, di cui Sambuca porta il nome e Savoca il simbolo nello stemma comunale, e che a Troina è l’ingrediente principe dell’eccellenza gastronomica della città la “vastedda cu sammucu”.

L’accordo, che prevede la costituzione di un gruppo di lavoro composto da due membri per ciascun comune, consentirà di mettere a punto un programma operativo che, attraverso un itinerario unico di fruizione delle risorse ambientali, paesaggistiche, tradizionali, culturali e alimentari dei territori, diversifichi l’economia locale e la promozione trasversale.

Nel corso della presentazione del progetto, a cui ha preso parte anche il vice presidente de “I Borghi più belli d’Italia” Giuseppe Simone, Massimiliano Ragusa, presidente onorario della Pro Loco di Troina, ha relazionato sulle origini della pianta e gli usi di questa nella tradizione culinaria troinese, a seguire un momento conviviale con la degustazione della rinomata “vastedda cu sammucu ”.

“Si tratta di una nuova possibilità di valorizzazione e di promozione per il nostro territorio – ha spiegato l’assessore Macrì – , attraverso delle strategie d’intervento sinergiche che valorizzino non solo il turismo e il comparto produttivo locale dei tre territori, ma anche l’attività agricola che è il vero motore di traino dello sviluppo rurale. Crediamo infatti che solo facendo sistema tra istituzioni, imprese e associazioni, si potranno creare le condizioni ideali per avviare e favorire opportunità di crescita e di sviluppo locale”.
Dopo la firma del protocollo, a suggellare l’intesa, l’assessore al turismo Giuseppe Macrì a nome del Comune di Troina ha donato simbolicamente alla città una pianta di sambuco, che è stata messa a dimora in piazza Saraceni.

Leggi anche:  Schillaci: "La mancata candidatura di Venezia è la goccia che fa traboccare il vaso"

La pianta di sambuco viene messa a dimora

0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l