A Capri Leone, in attesa di date certe sull’avvio del servizio, arriva l’App che permetterà di gestire la mensa scolastica in digitale abbassando i costi per le famiglie.

L’amministrazione Comunale, guidata dal sindaco Filippo Borrello, ha avviato l’iter per stipulare una convenzione con una piattaforma innovativa che offre, gratuitamente per il comune e per i genitori, un sistema di gestione della refezione scolastica totalmente digitale e Covid free.

Il sistema consentirà di dematerializzare l’iscrizione al servizio mensa, il pagamento, la rilevazione giornaliera, le comunicazioni tra la scuola e la ditta e le variazioni di menu. Tutte queste operazioni si potranno effettuare per via telematica, con il semplice uso di uno smartphone, senza consegnare biglietti ai bambini, ed evitando viaggi in municipio.

Accedendo all’app ogni genitore avrà la possibilità, in modo molto semplice, di conoscere il menù del giorno (con le foto dei piatti) e tenere sempre sotto controllo il proprio “borsellino”, ossia il credito per poter fruire del servizio refezione. Tale credito si potrà ricaricare tramite una semplice carta prepagata, con un bonifico on line, con un normale bollettino postale, o presso un qualsiasi terminale Sisal e Lottomatica (in bar e tabacchini).

Ci sarà inoltre, per chi lo vorrà, la possibilità di risparmiare sui costi grazie a dei  buoni spesa che potranno essere raccolti dai genitori partecipando alle promozioni di esercizi commerciali, aziende sponsor e negozi on line, o partecipando a sondaggi. I buoni potranno poi essere utilizzati per pagare la refezione scolastica o altre spese di tipo scolastico educativo.

Per raccogliere i Buoni, alle famiglie basterà scaricare gratuitamente l’App per smartphone/tabletAndroid e iOS, e registrarsi. L’app stessa proporrà poi agli utenti un elenco, in continuo aggiornamento di esercizi locali o grandi siti nazionali convenzionati (per es. Ebay o Booking, solo per fare qualche nome). Non appena la convenzione sarà operativa, verranno forniti dettagli, informazioni ed istruzioni per l’uso del nuovo sistema.

“Il nostro obiettivo – commenta il Sindaco Filippo Borrelloera dematerializzare la gestione del servizio mensa semplificndolo. Con Donacod, le nostre scuole avranno la possibilità di indicare facilmente quanti bambini sono presenti e quanti fruiranno della mensa, comunicando direttamente con le cucine della ditta incaricata per la gestione del servizio. Un efficientamento importante per il nostro Comune. La vera innovazione sta nel fatto che, non solo l’utilizzo dell’ applicazione avrà un costo pari a zero per l’Amministrazione Comunale, per le Scuole e per i genitori, ma che permetterà addirittura di abbassare il costo del servizio per le famiglie, grazie alla raccolta dei buoni. Attraverso l’App, infatti, sarà possibile accumulare buoni spesa  acquistando nei negozi affiliati, sia sul territorio, sia su scala nazionale, che infine su negozi online; oppure partecipando ad attività promozionali di sponsor (ad esempio “studia e vinci”); i buoni spesa saranno poi caricati nel “borsellino” del genitore sotto forma di credito, ed utilizzati per abbassare i costi della mensa”.

“Questo sistema – spiega l’Assessore alla Pubblica Istruzione Lucia Carcioneoltre a semplificare la vita dei genitori e del personale comunale e scolastico, punta a migliorare la qualità e la trasparenza della relazione tra amministrazione, scuola e genitori, ed a rendere la comunicazione con le famiglie utenti tempestiva, efficace, puntuale e utile. I genitori potranno avere in tempo reale gli aggiornamenti sul menù del giorno, con le foto dei piatti e altre informazioni utili.

L’App Donacod permetterà poi di digitalizzare altri servizi della pubblica amministrazione, che saranno attivati in seguito, in un percorso di digitalizzazione e di efficientamento di tutti i servizi scolastici. In questo periodo ci stiamo preparando al rientro a scuola attuando tutte le procedure di prevenzione per il rischio di contagio da Coronavirus e questa app ci consentirà di ridurre sensibilmente il pericolo. A breve gli Uffici daranno indicazioni circa l’utilizzo dei buoni mensa acquistati lo scorso anno scolastico e non utilizzati e su come convertirli in credito digitale spendibile appena sarà attivato il servizio. Inoltre la ditta che ha ideato l’App si è resa disponibile a realizzare un incontro informativo rivolto ai genitori utenti del servizio, per spiegare nel dettaglio l’utilizzo del sistema che, oltre ad aiutare le famiglie ad abbassare i costi della mensa, sosterrà anche il commercio locale”.