A San Marco d’Alunzio Giornata della Legalità nel ricordo della strage di Capaci


Si è svolta oggi a San Marco d’Alunzio la giornata della legalità fortemente voluta dal Sindaco Filippo Miracula e dall’amministrazione comunale.

Una mattinata ricca di momenti emozionanti che hanno visto la partecipazione attiva degli alunni delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria dell’Istituto comprensivo che hanno animato la commemorazione del 30esimo anniversario della strage di Capaci – in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i cinque agenti della scorta – con una rappresentazione sul tema della legalità nel ricordo dei nomi delle vittime della mafia.

Dopo questo momento introduttivo,  il corteo si è recato presso l’oratorio Santa Maria dei Poveri, qui il discorso di benvenuto del Sindaco che ha elogiato l’impegno dei ragazzi e ha ricordato l’imprenditore Libero Grassi, anche lui vittima della mafia, sottolineando l’importanza della parola  “certezza” perché “la parola speranza è ormai “vecchia” e a partire della scuola questo è il messaggio che deve passare ai nostri ragazzi, la certezza che ce la faremo”.

A seguire, l’intervento del Dott. Fabio Prestopino Direttore della Casa di Reclusione Ucciardone di Palermo che ha Illustrato uno dei progetti di reinserimento Sociale per i soggetti detenuti, un progetto portato avanti nel corso di questi anni in collaborazione con l’azienda tessile San Lorenzo Group che ha visto la realizzazione di grembiuli confezionati all’interno del laboratorio sartoriale e consegnati dallo stesso Direttore agli alunni della scuola dell’Infanzia.

Emozionante il racconto dell’Ispettore di polizia Massimo Portera di Termini Imerese che ha portato la sua testimonianza, avendo vissuto in prima persona e direttamente sul luogo della strage appena accaduta.

In quest’occasione si è cercato di coinvolgere tutta la cittadinanza, ricevendo una risposta positiva soprattutto dai giovani. I membri della Consulta Giovanile Aluntina, istituita lo scorso 8 Aprile, hanno partecipato allestendo nel piazzale dell’Oratorio una mostra dedicata alle vittime della Mafia. A concludere la mattinata, l’inaugurazione e la benedizione della Villetta Falcone e Borsellino presso la scuola elementare, già intitolata agli illustri magistrati durante la scorsa seduta di Consiglio Comunale.

Dalla stessa categoria