A Sant’Agata Militello si moltiplicano le discariche abusive. Sei giorni fa il Comune ha pubblicato l’avviso di sospensione della raccolta indifferenziata dei rifiuti, a causa indisponibilità della piattaforma di Alcamo. Il Dipartimento Regionale dei Rifiuti non ha ancora trovato un sito alternativo, e così i santagatesi sono costretti a non buttare l’indifferenziata.

Purtroppo non mancano gli incivili, che non si fermano nemmeno davanti le scuole. Proprio di fronte la scuola Capuana, l’odore è insopportabile e i bambini sono stati costretti a entrare nel plesso tappandosi il naso. Situazione non facile anche in altre zone della città, come spiagge, strade, marciapiedi, piazzette.

Oltre al danno causato dagli incivili l’amministrazione comunale deve vigilare attentamente per mettere in campo tutti quei mezzi di dissuasione, che siano telecamere, multe o altro, affinché una minoranza non getti rifiuti per strada. Non riuscire a scoraggiare questi gesti fa si che il cattivo agire di pochi vanifichi il corretto agire di tanti facendo sprofondare una città nell’abbandono più assoluto, ma soprattutto significa che un servizio che la collettività paga ad un soggetto incaricato, pubblico e/o privato che sia, non viene svolto, e quindi questi responsabili devono essere allontanati per il bene di tutti.

Leggi anche:  Sant'Agata, riprende il mercato settimanale e del contadino