A Scicli nasce un parco agrivoltaico: presentato il progetto


Un parco agrivoltaico in grado di produrre energia elettrica per 14 mila famiglie. È stato presentato in conferenza stampa, a palazzo Spadaro, alla presenza del sindaco di SCICLI, Enzo Giannone, e dell’assessore all’urbanistica Francesca Giambanco, il parco agrivoltaico di contrada Landolina, a monte di Donnalucata, che Falck Renewables realizzerà per una potenza di 9,7 MW, e una produzione di circa 20 GWh di energia rinnovabile.

Il parco, è stato spiegato, sorgerà su terreni lasciati incolti nell’ultimo ventennio, sporadicamente utilizzati come pascolo, e l’impianto combinerà produzione agricola ed energia rinnovabile, massimizzando l’efficienza di uso del suolo, con la messa a dimora di colture autoctone – come alberi da frutto (ulivo, carrubo, mandorlo), erbe officinali e prato polifita – individuate in collaborazione con il Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente dell’Università di Catania.

Il progetto – la cui costruzione inizierà a novembre – si estenderà su un terreno di 22 ettari. Di questi, 17 ettari saranno destinati alla coesistenza di fotovoltaico e coltivazioni mentre 5 ettari saranno dedicati unicamente a piantumazioni. Falck Renewables ha lanciato la prima iniziativa di lending crowdfunding del programma “Coltiviamo energia” che si svilupperà attraverso un prestito remunerato, garantito dalla Società, in modalità’ crowdfunding. Attraverso la piattaforma www.coltiviamoenergia.it sarà possibile per i singoli cittadini partecipare alla realizzazione e alla vita del parco con importi compresi tra 200 euro e 10 mila euro e ricevere una remunerazione annuale sul prestito effettuato per la durata di 10 anni. Gli abitanti di Scicli beneficeranno di un rendimento annuo lordo del 6% per le sottoscrizioni entro i primi dieci giorni di campagna, valore che passerà successivamente al 5%. Per i rimanenti abitanti della Regione, il valore fissato è al 5% per i primi dieci giorni di campagna, per passare successivamente al 4%.

“Scicli si mette in parallelo ad altre realtà europee nella produzione di benefici ambientali – ha detto il sindaco Enzo Giannone -. Questo è l’esempio di come si possa fare transizione energetica con player internazionali anche in un luogo come il nostro, che diventa così avanguardia economica. L’incontro tra la città di Scicli e la multinazionale Falck, significa avere avviato un vero progetto di sostenibilità sociale”.

Fabrizio Tortora, Head of Business Development, della società ha detto: “E’ il primo progetto autorizzato in Italia dopo dieci anni dall’ultimo impianto. L’agrivoltaico a Scicli, Città meravigliosa ed apprezzata per tante bellezze monumentali, sarà l’apripista per nuovi modelli di sviluppo misti integrati con le produzioni agricole”.

Dalla stessa categoria