Acquedolci, disposta l’autopsia sulla salma di Federico Latteri


Il PM del Tribunale di Patti, all’esito delle indagini e delle relazioni effettuate dai carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Sant’Agata Militello, ha disposto l’esame autoptico nei confronti di Federico Latteri, lo sfortunato ciclista di 52 anni residente ad Acquedolci morto, domenica scorsa, a causa dei gravi traumi e delle ferite riportate nell’incidente stradale sulla strada provinciale 162, in contrada Giancola. L’uomo, in sella alla sua bici, si è scontato con una Toyota Yaris guidata da una donna finendo stramazzato al suolo. Secondo il racconto di numerosi testimoni, per oltre 40 minuti, l’uomo è rimasto sull’asfalto in attesa dell’arrivo dell’ambulanza da Longi.  La salma del ciclista si trova attualmente nell’obitorio dell’ospedale di Sant’Agata Militello. Domani i legali di famiglia, gli avvocati Salvatore Caputo (difensore dei figli del defunto Latteri) e Salvatore Ricca (difensore della moglie del defunto) si recheranno presso la Procura di Patti per il conferimento dell’incarico.

Dalla stessa categoria