“Che fine ha fatto il finanziamento relativo al progetto di realizzazione dell’asse viario di collegamento porto-svincolo autostradale, del quale non si hanno più notizie? È stato affidato l’incarico di redigere il progetto esecutivo, ma chi sarà il progettista e con quali risorse verrà finanziato il progetto?”. Sono le domande che si pongono i consiglieri comunali di minoranza di Sant’Agata Militello, Giuseppe Puleo, Nancy Starvaggi, Antonio Vitale, Melinda Recupero e Monica Brancatelli nell’interrogazione presentata al Comune. L’opposizione all’amministrazione Mancuso chiede proprio al sindaco notizie in merito all’importante opera del Porto dei Nebrodi.

Di seguito riportiamo l’atto integrale:

INTERROGAZIONE CONSILIARE

(risposta scritta)

OGGETTO: Progetto Asse viario di collegamento porto/svincolo autostradale.

I sottoscritti  Consiglieri Comunali del Comune di Sant’Agata di Militello, ed esclusivamente per lo svolgimento delle funzioni connesse all’espletamento del mandato amministrativo

Premesso

– Che un articolo della Gazzetta del Sud del 17 ottobre 2020 così titolava: “L’asse viario è la scommessa da vincere. Un’opera da 11,2 milioni: il progetto si avvicina alla fase finale”. Si leggeva altresì nell’articolo: “l’amministrazione comunale ha avviato la progettazione già in fase esecutiva, per la realizzazione di un Asse viario di collegamento tra le aree portuali e lo snodo autostradale. Tale obiettivo risulta inserito nel Triennale per un importo stimato di 11 milioni e 269.167 euro”;

– Che i Nebrodi sono stati inseriti nella strategia delle “Aree Interne” – con una dotazione di circa 36 milioni di euro – grazie al Governo Crocetta ed al proficuo lavoro svolto dai 21 Comuni che nel 2016 hanno avuto la capacità di unirsi al Comune di Sant’Agata di Militello, quale Comune capofila, per redigere un piano unico di sviluppo territoriale, di cui oggi si cominciano a riscontrare i risultati;

Leggi anche:  Blocco rifiuti, sei sindaci dei Nebrodi chiedono intervento del Prefetto

– che, tra gli altri interventi, per quanto riguarda il Comune di Sant’Agata, il Progetto Asse viario di collegamento porto/svincolo autostradale era stato inserito nella nuova rimodulazione del Masterplan del Patto del sud – città metropolitana di Messina;

– che, tuttavia, con decreto n. 188 del 7.11.2019, il Sindaco della Città metropolitana di Messina prendeva atto delle modifiche apportate al piano di interventi inseriti nel Masterplan del Patto per lo Sviluppo della Città metropolitana di Messina;

– che, a seguito della rimodulazione dei progetti inseriti originariamente, nella tabella degli interventi confermati ed inseriti ex novo (allegata al decreto sopra menzionato) non risultava essere presente il progetto dell’asse viario di collegamento tra porto e svincolo autostradale di Sant’Agata di Militello, e ciò malgrado il Sindaco Mancuso qualche mese prima, all’atto della firma dell’accordo di programma, avesse annunciato il finanziamento come cosa certa (così la stampa, articolo di Santagata informa del 22.02.2019 titolava “Si farà l’asse viario tra lo svincolo autostradale e il porto. Firmato l’accordo per il Masterplan”);

– che già con una prima interrogazione datata 11.11.2019, i consiglieri di minoranza interrogavano il Sindaco per conoscere i motivi del mancato inserimento di tale importante progetto nell’ambito del Masterplan del Patto per lo Sviluppo della Città metropolitana di Messina, malgrado la previsione originaria ;

– che il Sindaco Mancuso, riscontrando l’atto ispettivo, dichiarava: “La programmazione della Città Metropolitana non è stata ancora definita; per il finanziamento dell’opera questa Amministrazione sta comunque verificando le possibili soluzioni utili al reperimento delle risorse per rendere esecutivo il progetto e per l’esecuzione dei lavori”;

Leggi anche:  Porto di Sant'Agata, minoranza presenta interrogazione

Considerato

che è stato, comunque, assegnato l’incarico per la progettazione di questa importante infrastruttura”, ma ad oggi, a distanza di un anno dal primo atto ispettivo della minoranza, non si ha notizia alcuna in merito al reperimento delle risorse che dovrebbero finanziare l’intervento;

che, tra l’altro, per la progettazione di questa opera, si sarebbe voluto ricorrere all’anticipazione di fondi da parte della Cassa depositi e prestiti, ma non è stato possibile praticare tale procedura a causa del  ricorso al fondo di rotazione del Ministero per fare fronte al piano di riequilibrio, voluto dall’attuale amministrazione ;

che la realizzazione di questa strada rappresenta un intervento primario e strategico non solo per un rapido collegamento con la zona portuale santagatese ma anche e soprattutto per decongestionare il traffico nel centro cittadino dai mezzi pesanti.

Tanto premesso e considerato i sottoscritti consiglieri comunali

INTERROGANO  IL  SINDACO   PER  SAPERE:

Lo stato dell’arte, inerente al progetto, ed al relativo finanziamento, ivi compreso l’esatto importo di quest’ultimo.

Se la Programmazione della città Metropolitana è stata definita, e se il progetto dell’Asse viario è stato reinserito nell’ambito del Masterplan del Patto per lo Sviluppo della Città metropolitana di Messina.

Se il finanziamento è, comunque, garantito da altri programmi di finanziamenti europei, nazionali e regionali, ed eventualmente quali sono i bandi a cui il comune di Sant’Agata ha partecipato;

Chi è il tecnico-professionista che sta redigendo il progetto esecutivo, il costo di quest’ultimo, e con quali risorse verrà finanziato.