Capizzi, assolta ragazza dall’accusa di molestia e disturbo


Una ragazza di Capizzi è stata assolta con formula piena dal reato di molestia e disturbo. La giovane, difesa dall’avvocato Benedetto Ricciardi (nella foto), era stata condannata nel 2020, insieme ad un altro coetaneo, dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Enna, perché, nel periodo compreso tra il 2017 e il 2018, in esecuzione di un medesimo disegno criminoso, aveva utilizzato il telefono per molestare e disturbare una donna del luogo proferendo nei suoi confronti frasi di contenuto volgare e ingiurioso.

Proponendo opposizione, durante il dibattimento l’avvocato Ricciardi ha fatto emergere l’insussistenza dei fatti e la non colpevolezza della propria assistita, e dopo essere stati sentiti diversi testimoni, il difensore, nell’articolata discussione, ha concluso con la richiesta di assoluzione piena per la propria assistita per non aver commesso il fatto.

Dalla stessa categoria