Capizzi, la passione di due giovani per le api diventa un lavoro


Il percorso per portare avanti l’attività dell’apicoltura biologica non è semplice. Richiede grandi abilità, sensibilità, passione, curiosità, attenzione. Tutto ciò Salvatore Iraci Sareri e Sebastian Calandra Checco, due giovani apicoltori di Capizzi, il centro montano sui monti Nebrodi a vocazione agro-zootecnica, lo sanno bene.

L’hanno subito intuito quando nel 2014, per soddisfare una passione, si sono cimentati nell’apicoltura amatoriale, non per denaro, ma per amore. Per amore della vita, dei propri figli, per la natura e per le api, lo straordinario insetto che racchiude in sé comportamenti complessi e misteriosi, uniti a un ruolo ecologico essenziale quanto fragile: il ciclo dell’impollinazione

Così i due capitini, “senza sapiri né leggiri né scriviri”, ossia senza alcuna esperienza nel mondo dell’apicultura, danno vita ad una società che presto si trasforma in azienda apistica, CapitiuMiele, che permette loro di coltivare con passione un sogno: produrre mieli rispettando l’ecosistema, mantenendo vive le produzioni ancorate al concetto di territorio.

Tra qualche difficoltà cominciano, nell’area più periferica della provincia di Messina, ubicando gli alveari e frequentando, nel frattempo, un corso ben strutturato di apicoltura. Nel giro di niente i due apicoltori si ritrovano a gestire le loro prime dieci arnie, che diventano presto venti, poi trenta, e così via, fino a raggiungere, nell’ambito di un progetto di medio e lungo termine, lo straordinario numero di 150 alveari.

Questi numeri richiedono cambiamenti e i cambiamenti richiedono sacrifici ed aggiornamenti per gli apicoltori  che iniziano nella loro Azienda di contrada Isola, tra Capizzi e Cerami, ad operare secondo precise basi scientifiche che consentono loro di crescere professionalmente ed essere in grado di affrontare le avversità. Si specializzano nella produzione di mieli di diversa origine migrando con i loro alveari in diverse zone montane dell’area nebroidea: in ogni luogo ricco di vegetazione dove le loro api, specie mellifera ligustica o ape italiana, possono liberamente spaziare e lavorare per conferire particolari profili aromatici al miele.

Il miele biologico, che noi di Nebrodi News abbiamo avuto il privilegio di gustare, è prodotto utilizzando esclusivamente metodi tradizionali. Naturale al 100% e non necessita di essenze chimiche o di aromatizzanti esterni. I luoghi di bottinatura sono selezionati ed individuati in aree biologiche in cui si respira aria pulita e salubre, in zone di montagna compresi tra i 800 e i 1100 metri sul livello del mare lontani da smog e aree industriali.

AZIENDA CAPITIUMIELE Capizzi (Me) Tel. +39 3341242264 Tel. +39 3804102377 Email:sebastiancalandra90@gmail.com

Dalla stessa categoria