Un’opera da 60 milioni di euro completata in due anni. È il nuovo porto del Comune di Capo d’Orlando, che è stato presentato oggi pomeriggio a Palermo, alla presenza del sindaco Franco Ingrillì, del presidente della società “porto turistico S.p.A.” Francesco Federico e a Francesco Zappulla presidente del comitato siciliano della Federazione italiana della Vela.

L’opera è completata solo all’80% e i lavori si concluderanno a luglio ma da qualche mese è partita la campagna di comunicazione in giro per la Sicilia per far conoscere il porto e per cercare acquirenti.

“Quest’opera nasce da una sinergia fra il pubblico e il privato – ha commentato il primo cittadino – Abbiamo instaurato un rapporto di collaborazione molto forte con la società del porto di Capo d’Orlando. Per 25 anni abbiamo tentato di completare l’opera e finalmente grazie ad un project financing abbiamo deciso di coinvolgere i privati. Abbiamo avviato un percorso comune per far conoscere questo porto e fare opera di comunicazione per rappresentare al meglio la città e quest’opera. Il completamente del porto è soltanto la parte iniziale di questo percorso. Con una spesa di circa 60 milioni di euro ed è stato fatto in due anni, un record per il Sud Italia. Ci saranno le macchine elettriche, un pullman ad idrogeno dal paese al porto e stiamo mettendo in campo tante altre iniziative”.

553 posti per le barche, 2500 mq di spazi commerciali, il nuovo porto si pone l’obiettivo di essere punto di riferimento per gli appassionati soprattutto sfruttando la vicinanza con le isole Eolie.

“La struttura – ha commentato Federico – sarà completata nel 2017 e avremo l’ordinanza della capitaneria verso la fine del mese di giugno e nella seconda metà di giugno contiamo di avere l’agibilità. Abbiamo previsto l’inaugurazione nella prima metà di luglio, Capitaneria permettendo. Il ristorante soltanto sarà aperto nel 2018 il resto verrà completato a luglio di quest’anno. La gestione è affidata alla società Marina Capo d’Orlando insieme ad MPM Marina”.