Capo d’Orlando: abusi sessuali sul figlio di 7 anni, mamma arrestata


Una donna di 46 anni è finita in manette a Capo d’Orlando, con l’accusa di abusi sessuali sul figlio di sette anni, affetto da disabilità psico-motoria. A scoprirlo è stato il padre che ha presentato una denuncia per presunti abusi sessuali alla Procura della Repubblica di Patti, dopo aver scoperto una registrazione audio del telefono in uso all’altra figlia, anche lei minorenne.

L’attività di indagine (intercettazioni telefoniche, perquisizioni e sequestro) ha accertato l’esistenza della conversazione tra le due voci, una femminile di adulta (chiamata mamma) e l’altra di bimbo, “ove di comprendeva – si legge nella nota della Questura di Messina – che la donna compiva atti sessuali con il figlio minore”.

Così il Commissariato di Patti, su richiesta del sostituto Alice Parialò, ha dato esecuzione alla misura cautelare nei confronti della donna, P. C. F. M., con l’accusa “di aver compiuto con il figlio minore, di sette anni ed affetto da disabilità psico-motoria, atti sessuali consistiti nel reciproco toccamento di parti intime, in particolare della zona pubica. Segnatamente, la madre toccava il minore e a sua volta il piccolo su richiesta della madre compiva atti sessuali nei confronti della stessa”. 

La donna è agli arresti domiciliari, mentre i figli sono stati affidati al padre.

Dalla stessa categoria