Capo d’Orlando, approvato rendiconto 2020 e piano di riequilibrio


A Capo d’Orlando ci sono volute oltre sette ore e mezza di Consiglio comunale ma, dopo un dibattito molto accesso, la maggioranza che sostiene l’amministrazione guidata da Franco Ingrillì, in modo compatto, ha votato a favore dell’adesione alla procedura di riequilibrio finanziario e al rendiconto 2020 mentre, l’opposizione consiliare, ha espresso voto contrario.

È finita 11 voti a favore e 5 contrari la discussione dei due punti all’ordine del giorno molto attesi e che riguardano il tentativo di evitare di default del Comune per un disavanzo di oltre 43 milioni di euro. Adesso, quando verrà approvato il piano, bisognerà inviarlo entro 5 giorni alla Commissione per la stabilità finanziaria del Ministero degli Interni ed alla Corte dei Conti per farlo seguire successivamente, entro 90 giorni, dalle misure che si intendono adottare.

Il sindaco di Capo d’Orlando Ingrillì attacca la minoranza

Sono abbastanza soddisfatto del Consiglio Comunale di oggi, abbiamo fatto i primi passi per la realizzazione del piano di riequilibrio che consentirà di pianificare la situazione finanziaria del Comune di Capo d’Orlando. Ringrazio la maggioranza che con comunione d’intenti ha votato favorevole dando così un’altra possibilità al nostro paese che sono certo, tutti insieme, possiamo risollevare. Purtroppo, non posso dire lo stesso della minoranza che ha rinunciato, nonostante i suoi numerosi proclami degli ultimi anni, a dare al paese questa opportunità, votando contro. Forse per loro la soluzione migliore è il default del nostro paese, se così fosse basterebbe dirlo chiaramente senza nascondersi dietro motivazioni inconsistenti. Ancora una volta hanno dimostrato di anteporre il proprio interesse politico di parte a quello collettivo”.

Dalla stessa categoria