Due consiglieri comunali di Capo d’Orlando entrano a far parte della famiglia di Fratelli d’Italia. Sono state le due responsabili per la provincia di Messina, Ella Bucalo ed Elvira Amata, a dare il benvenuto nel partito che fa capo a Giorgia Meloni, a Sandro Gazia e Linda Liotta.

La deputata nazionale e componente della commissione lavoro Ella Bucalo ha portato il saluto del partito: “Fratelli d’Italia cresce ogni giorno di più perché sta dimostrando con i fatti di essere sempre dalla parte degli italiani. La nostra costante presenza sul territorio, ci permette di conoscere problemi ed esigenze dei cittadini. Capo d’Orlando è una splendida realtà della nostra provincia, un centro con enormi ed inespresse potenzialità. Oggi con Sandro e Linda cominciamo un percorso che sono certa porterà a importanti risultati. Buon Lavoro”.

Il dottore Sandro Gazia ha così motivato la scelta: “Fratelli d’Italia per il sottoscritto ma anche per Linda non è una opportunità ma una scelta ideologica. Avevamo la possibilità di aderire ad un altro partito, ma abbiamo detto <<No grazie!>>. Una scelta di vita e come tale va alimentata, per questo intendiamo riportare la politica partitica a Capo d’Orlando. Orgogliosamente siamo qui oggi a metterci la faccia e chiarisco anche la posizione che con Linda abbiamo in consiglio comunale: opposizione e maggioranza. Bene, in questo momento per rispetto dei nostri elettori e per coerenza con il mandato affidatoci, manterremo la nostra collocazione pur avendo una etichetta politica. Ciò ovviamente non impedirà di cominciare a costruire qualcosa per un domani”.

La dottoressa Linda Liotta ha fatto infine gli onori di casa: “Ringraziamo le On.li Bucalo ed Amata ed i presenti, per aver accolto il nostro invito. Saremo inclusivi, appunto per questo con Sandro abbiamo voluto oggi anche la presenza di alcuni amici, perché sia chiaro che non siamo da soli a fare questo passo. Con noi tanti cittadini che ci hanno invogliato a farlo, persone che hanno sempre avuto una ideologia politica e che contribuiranno alla raccolta di tutte quelle energie che non solo Capo d’Orlando, ma tutto il nostro territorio possiede. Oggi tracciamo la strada, questo è il punto di partenza, nascerà un circolo come abbiamo già detto, ma soprattutto organizzeremo incontri ed iniziative in grado di dare risposte certe alla zona tirrenico-nebroidea. Vogliamo e dobbiamo crescere insieme”.

Leggi anche:  Capo d'Orlando: allo spazio Loc la mostra Segno fino all'8 gennaio