Capri Leone, violenza su minore: assistente scolastico condannato in appello


Un 59enne assistente scolastico di Capri Leone, difeso dall’avvocato Decimo Lo Presti, era stato condannato a 10 anni per violenza sessuale ai danni di una minore dal Tribunale di Patti nel settembre del 2020. Adesso è arrivata la conferma della condanna anche dalla Corte d’Appello di Messina.

I fatti si riferiscono al 2019, quando a metà febbraio, le docenti di un istituto di Capo d’Orlando contattarono il Commissariato paladino, raccontando che una studentessa, all’epoca dei fatti appena 16enne, da qualche giorno manifestava atteggiamenti anomali e, soprattutto, che anziché arrivare a scuola con le compagne ed il pulmino, veniva accompagnata da un estraneo con la sua vettura privata. L’accompagnatore era legato da relazioni di amicizia alla famiglia della quindicenne ed era impiegato come assistente scolastico, collaboratore degli insegnanti di sostegno presso una scuola di primo grado di Capo d’Orlando. Le indagini del commissariato orlandino, sotto le direttive del sostituto procuratore Alice Parialò, hanno portato in pochi giorni a documentare diversi casi di violenza sessuale compiuti dall’uomo (omettiamo il nome esclusivamente per tutelare l’identità della giovane vittima, vicina di casa ed amica di famiglia dell’arrestato).

Il Procuratore Generale Lima all’esito di un appassionato intervento, pur ponendo l’attenzione sulla sollevata nullità della perizia, disposta con le forme dell’incidente probatorio, per violazione del diritto di difesa, ha, comunque, chiesto la conferma. Conclusioni a cui si sono associate le parti civili.

La difesa, in attesa delle motivazioni della sentenza, per le quali sarà necessario attendere novanta giorni, ha preannunciato ricorso per Cassazione.

Dalla stessa categoria