A Castel di Lucio arrivano le prime adesioni al progetto “Adotta un’aiuola”, iniziativa promossa dall’Amministrazione Comunale e approvata, con il relativo regolamento, dal Consiglio Comunale nel settembre scorso, con l’obiettivo di migliorare il decoro urbano e le aree verdi, incoraggiando lo spirito di condivisione e collaborazione e   favorendo allo stesso tempo il civismo all’interno della comunità nebroidea.

“All’iniziativa, rivolta ai privati cittadini, alle associazioni, alle istituzioni scolastiche, alle attività commerciali, alle  imprese artigiane e ad ogni altro tipo di attività economica, hanno nei giorni scorsi aderito, previa richiesta dell’area verde da adottare e con la successiva sottoscrizione della convenzione,  le prime due associazioni locali – afferma con entusiasmo il sindaco Giuseppe Nobile -. A loro va il ringraziamento dell’Amministrazione Comunale per l’altissimo senso civico  dimostrato e perché, ne siamo certi, il loro esempio innescherà un circolo virtuoso che a breve coinvolgerà altri soggetti”.

Le prime aree verdi interessate alle adozioni sono quindi due: quella alle porte del paese dominata dalla Statua del Patrono di Castel di Lucio, San Placido, assegnata all’Acr Castelluccese e quella prospiciente il cancello di ingresso del cimitero comunale assegnata all’Azione Cattolica.

A breve le associazioni assegnatarie inizieranno a prendersi cura delle “loro” aiuole e sarà compito del Comune verificare periodicamente gli adempimenti a carico degli assegnatari ma anche la realizzazione e la fornitura di una targa informativa in grado di dare il giusto riconoscimento e la giusta visibilità a chi si spende meritoriamente in favore dell’intera comunità.