Castel di Tusa: finiscono in mare, salvi grazie a un ciclista


Sono salvi grazie all’intervento di un ciclista di passaggio i quattro ragazzi, di età compresa tra i 12 e i 16 anni, che nel pomeriggio di oggi, a largo di contrada Cannizza, nel Comune di Motta D’Affermo, tra Torremuzza e Castel di Tusa, sono finiti in mare rischiando l’annegamento.

I quattro amici erano a bordo di un pedalò quando, improvvisamente, per cause poco chiare, lo stesso finisce per capovolgersi e i giovani minorenni finiscono in acqua. Le grida di aiuto vengono percepite da un ciclista di passaggio che percorreva la Strada Statale 113. Il ciclista ha arrestato la propria bici e rivolgendo lo sguardo in mare ha notato i quattro in serie difficoltà nel tentativo di raggiungere la riva. Uno di loro manifestava evidenti problematiche addirittura nel galleggiare.

L’uomo è sceso dalla propria bici e ha fermato due automobilisti di passaggio mostrando loro quanto aveva da poco notato. Proprio uno di loro, incurante di ogni pericolo, ha abbandonato l’auto sulla Strada Nazionale e senza pensarci su due volte si è tuffato in acqua raggiungendo e portando in salvo il ragazzo in serie difficoltà, mentre gli altri due soccorritori inoltravano richiesta di aiuto al 112. Sul posto, a stretto giro, una volante del nucleo radiomobile della compagnia Carabinieri di Mistretta e l’ambulanza del 118 di Santo Stefano di Camastra. I quattro adolescenti vengono trattati sul posto dal personale sanitario che non ritiene necessaria l’ospedalizzazione. I naufraghi sono stati consegnati ai propri genitori, giunti sul posto contattati dai militari dell’Arma.

Dalla stessa categoria