Il consigliere della Consulta dei Nebrodi, Calogero Leanza, in una nota stampa, analizza la situazione epidemiologica a Cesarò e sprona la sua comunità ad “unirci in una collaborazione costruttiva”.

“Ad oggi registriamo ben 28 casi di positività riscontrati dopo il tampone molecolare e 9 casi venuti fuori dal test rapido, tutti e 9 in attesa del risultato del tampone molecolare. Sicuramente il numero dei casi è da monitorare costantemente in quanto al momento la crescita non si è arrestata. Il numero di positività riscontrate, commisurate al numero di residenti (2.274), ed al numero degli effettivi abitanti, viene fuori un dato non relativamente basso.

Sicuramente la scelta della mappatura e la costante ricerca del virus, hanno fatto sì che il dato venisse fuori. Scelta che ho personalmente condiviso e che personalmente avrei adottato. Ad oggi non ha alcun senso addossare colpe alla gestione effettuata dagli organi competenti o da chi ha meno buonsenso di altre persone. Mi sento di consigliare alla mia comunità di unirci in una collaborazione costruttiva.

Pensiamo ed Agiamo, nel rispetto di chi sta vivendo una situazione senza precedenti, dove c’è la precarietà dello stato di salute personale. Ritengo sia più giusto lasciare al futuro il responso sulla gestione di oggi. Speranzoso del buonsenso delle persone e della rivalsa della nostra Comunità su questo Virus. Con ansia su ciò che potrà accadere e con un occhio al futuro. Auguro a tutti una buona guarigione”.

Leggi anche:  Covid in Sicilia: 1.294 i nuovi contagiati e 34 decessi