Chiusa farmacia ospedale Lipari, è polemica. Ma l’Asp smentisce


E’ polemica sull’ennesimo taglio nei servizi sanitari a danno dei cittadini delle isole Eolie già provati da carenze. Come denunciato dai residenti, è stata chiusa oggi la farmacia dell’ospedale di Lipari, e l’unica dottoressa in servizio sarebbe stata trasferita a Taormina. Dopo la protesta di Codacons che mette in evidenza una chiusura “inaccettabile, illogica e lesiva” che avviene “proprio quando l’isola si affolla di turisti e i servizi in favore degli utenti dovrebbero essere incrementati, non certo ridotti” è anche il sindaco metropolitano Federico Basile a manifestare il proprio disappunto.

“Come Sindaco della Città Metropolitana di Messina – scrive – non posso tacere di fronte all’assurda scelta del presidente Nello Musumeci e dell’assessore Ruggero Razza di chiudere la farmacia dell’ospedale di Lipari. Sì tratta di una decisione che va nella direzione di un più generale smantellamento della sanità pubblica nelle Eolie. Proprio nel periodo di massimo affollamento delle Isole, si nega così a cittadini e turisti di fruire di un servizio pubblico di fondamentale importanza – sottolinea il sindaco Basile – come denuncia Codacons. Una scelta che non si può accettare, ma che purtroppo non sorprende, considerata la scarsa efficienza della sanità regionale gestita dal governo Musumeci. Lipari ha però subito fin troppo a lungo i nefasti effetti di questa indifferenza verso la tutela della salute pubblica e non può tollerare ulteriori chiusure”, conclude Basile.

La smentita dell’ASP 5 di Messina

L’Asp di Messina smentisce categoricamente la chiusura della Farmacia dell’ospedale di Lipari, notizia che ha alimentato ieri polemiche pretestuose nate da informazioni non esatte e conferma invece che da oggi, dopo la chiusura di un solo giorno, il servizio è stato ripristinato in modo regolare. L’addetta al servizio era stata infatti  solo spostata per un giorno all’ospedale di Taormina dove c’era un’ impellente necessità e avrebbe dovuto essere sostituita da altro personale che però,  la mattina stessa ha presentato un certificato di malattia. Oggi l’addetta è stata spostata di nuovo a Lipari e il servizio è ripreso regolarmente.

Dalla stessa categoria