Città di S.Agata, seconda battuta d’arresto al “Fresina”


Il Trapani vince 1 a 0 con un goal siglato nella ripresa da capitan Civilleri. Un risultato che lascia parecchio amaro in bocca, visto che per almeno un’ora in campo si era visto un buon Città di Sant’Agata che in più circostanze ha sfiorato il vantaggio. Nonostante l’assenza di capitan Cicirello, con un ridisegnato 3-5-2 i padroni di casa hanno cominciato col piglio giusto la gara occupando bene gli spazi e ripartendo con molta pericolosità, particolarmente con l’ex Vitale, sicuramente il migliore in campo tra i locali. Nella ripresa, complice anche la stanchezza per la terza gara in otto giorni, i biancoazzurri pur provandoci non hanno avuto la forza per riacciuffare il risultato.

La cronaca – Al 13’ Summa vola per mettere in angolo la conclusione di Squillace. Al 17′ per gli ospiti ci prova Falcone dal limite con Curtosi che smanaccia in angolo. Al 31′ Vitale scappa via al diretto avversario e pesca nel cuore dell’area Bonfiglio, che calcia debolmente. Due minuti più tardi episodio da moviola in area ospite. Calafiore partito sul filo del fuorigioco, dopo un contrasto con Cellamare termina giù, i bianco azzurri invocano il rigore, il direttore di gara lascia continuare. Poco prima del riposo altra ghiottissima opportunità per i locali. Ripartenza fulmine che genera un 4 contro 2, ma Vitale lanciato da Calafiore sbaglia il controllo e l’azione sfuma.

Ad inizio ripresa subito pericoloso il Città di Sant’Agata ancora con Vitale, che dai 16 metri impegna Summa in tuffo. Dieci minuti più tardi sul versante opposto, ci prova Di Domenicantonio, col pallone supera la traversa. E’ il miglior momento per il Trapani che al 57′ con Civilleri trova un grande intervento di Curtosi. Un minuto dopo il duello tra i due si ripete, ma questa volta ad avere la meglio è il capitano granata che di testa insacca su azione di corner. Al 74′ Musso subentrato da poco, potrebbe ipotecare la gara, ma viene stoppato dalla tempestiva uscita di Curtosi. Nel finale prima D’Aleo svirgola da buona posizione poi nel recupero ci prova il neo entrato Carrà ma il suo colpo di testa finisce alto.

Nel post gara naturale un po’ di amarezza in casa biancoazzurra, ma nessuno fa drammi. L’imperativo è archiviare subito questa battuta d’arresto perché già domenica si torna in campo, con la trasferta sul campo di Ragusa, oggi vittorioso in casa del Paternò.

IL TABELLINO:

SANT’AGATA (3-4-2-1): Curtosi; Casella, Demoleon, Duli (66′ D’Aleo); Mazzamuto (59′ Scolaro), Calafiore (78′ Maesano), Morleo, Squillace; Monteiro (90′ Carrà), Bonfiglio (78′ Nasini); Vitale. A disp.: Quartarone, Napoli, Empunda, Brunetti, Raspaolo, Nasini, Cicirello, Maesano. All. Vanzetto.

TRAPANI (4-3-3): Summa; Cellamare, Soprano, Carboni, Romano; Matese (63′ Marigosu), Romizi, Civilleri (72′ Cangemi); Falcone (63′ Mascari), Mokulu (66′ Musso), Merkaj (56′ Di Domenincatonio). A disp.: Cultraro, Gonzalez, Mangiameli, Pipitone, Kosovan, Musso. All. Torrisi.

ARBITRO: Leotta di Acireale (Bonaccorso-Canale).

MARCATORI: 59′ Civilleri.

NOTE: Ammoniti: Duli, Civilleri, Morleo, Musso.

Dalla stessa categoria