Motta D’Affermo, Comune apre le porte del “Paese Albergo” – FOTO&VIDEO


Il Comune di Motta D’Affermo apre le porte del “Paese Albergo”. Sabato 16 luglio, in via Madonna delle Grazie, si è tenuta l’inaugurazione delle case alla presenza delle autorità religiose, civili e militari. Si tratta di un progetto realizzato dal piccolo Comune dei Nebrodi in convenzione con la cooperativa sociale di servizi turistici KaraSicilia, che rende possibile chiunque voglia visitare la Valle dell’Halaesa, di poter soggiornare nel piccolo borgo e vivere un’esperienza immersiva tra le bellezze naturalistiche e storico-archeologiche e artistiche del territorio.

Il “Paese Albergo” è un’impresa ricettiva situata in un borgo e composta da più case, con servizi di ricevimento e accoglienza centralizzati e spazi comuni riservati ad altri servizi dislocati in uno o più edifici separati. È una forma ricettiva che offre un servizio alberghiero completo, senza dover ricorrere a un’unica struttura. Ciò permette di unire peculiarità e potenzialità di un territorio, valorizzando e promuovendo tradizioni, storia e innovazione.

“L’idea del “Paese Albergo” nasce negli anni ’70 nella provincia di Palermo con l’assessore Mimmo Di Benedetto – ha spiegato il Presidente della coop. KaraSicilia Salvatore Scalisi -. L’idea è stata poi esportata in altre province, allo scopo di rivitalizzare i centri storici. Su questa idea ho costituito l’associazione siciliana ‘Paese Albergo’ e ho lavorato con il prof. Urbani sul turismo relazionale, con il prof. Cangemi e due ordinari di urbanistica, perché lo sviluppo dei centri storici passa per due strade: riordino urbanistico – e quindi recupero – e fruizione turistica. La legge sulle aree interne, legge n. 26 fatta dal governo Nicolosi, ha permesso di realizzare questi impianti, presenti in molti paesi della Sicilia. Motta è riuscita a darli in gestione e c’ha messo un po’ di tempo per ricevere i finanziamenti per poter riutilizzare le case.”

La parola d’ordine per lo sviluppo del Paese Albergo è “rete”, come spiega Scalisi, che continua: “Se compro una casa a 1 euro e poi ci vivo solo un mese l’anno, questa casa non produce reddito per il paese. Il Paese Albergo è esattamente il contrario. Trattorie, bar, negozi, b&b, tutto ciò che è sinonimo di ospitalità deve operare in sinergia, perché al centro c’è lo sviluppo del territorio”.

 “L’amministrazione, circa 25 anni fa, ha avuto l’idea del Paese Albergo e ha iniziato a comprare delle case, che ha ristrutturato e che oggi dopo tanti anni riesce a inaugurare – ha detto il sindaco Sebastiano Adamo -. Quattro dei dieci appartamenti sono già fruibili, altri saranno attivi dalla prossima settimana. È un percorso importante e di sviluppo per Motta, perché cercherà di dare la possibilità a chi vuole venire a visitare il borgo di soggiornare qui con noi, di vivere il territorio e le sue bellezze. A breve verrà inaugurato anche Palazzo Minneci”.

Dalla stessa categoria