Il comandante della Stazione dei Carabinieri di Sinagra, Roberto Ruzzi, è stato aggredito, lunedì scorso, durante un controllo anti-covid ed è ora ricoverato a Sant’Agata Militello dove ancora è degente.

Il militare è rimasto vittima di uno scontro durante lo svolgimento del servizio di controllo del territorio in merito al contenimento dell’epidemia che ne ha causato danni fisici con fratture ossee. Il comandate ha fermato un giovane per un normale controllo. Al ragazzo è stata richiesta l’autodichiarazione sullo spostamento ma questi  avrebbe reagito malamente spintonando lo stesso militare che cadendo si è ferito riportando anche delle fratture. L’aggressore, immediatamente fermato, è stato posto ai domiciliari con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.

Subito dopo i fatti il Sindaco Nino Musca ha voluto esprimere a nome dell’Amministrazione Comunale e di tutta la comunità gli auguri di pronta guarigione. Anche l’opposizione consiliare, “Valorizziamo Sinagra”, con un post su facebook, esprime piena solidarietà e vicinanza al Maresciallo Ruzzi, per quanto accadutogli durante l’espletamento della Sua attività di tutela quotidiana del territorio.

Leggi anche:  Messina, Finanza sequestra 145mila prodotti pericolosi