Rinviato il termine di versamento della seconda rata TARI e sono state sospese le attività di liquidazione, controllo, accertamento e riscossione degli uffici. Lo ha deciso l’amministrazione comunale di Pettineo, constatato il persistere, anzi l’acuirsi, dell’emergenza sanitaria, su tutto il territorio nazionale, dovuta alla diffusione ed al contagio da coronavirus. Il sindaco Domenico Ruffino ha deciso dunque di rinviare il termine di versamento al Comune della seconda rata TARI dal 30 aprile 2020 al 30 giugno 2020. 

Oltre a creare gravi danni alla salute di un vasto numero di persone ed un conseguente forte carico sul sistema sanitario nazionale, l’emergenza ha causato, anche per via delle necessarie misure messe in campo dal Governo e dalle Regioni, come effetto secondario, ma comunque preoccupante, una crescente difficoltà economica per gli individui, le famiglie e le imprese, in molti casi privati totalmente delle proprie fonti di reddito da lavoro.

“L’Amministrazione Comunale – commenta il primo cittadino -, sempre entro i limiti delle proprie competenze e possibilità, al fine di venire incontro ai cittadini di Pettineo in un momento così difficile per la comunità, così come per l’intero Paese, e al fine di alleviare anche il disagio economico della propria popolazione che la pandemia sta alimentando ha deciso altresì di sospendere, per tutte le altre entrate e per il periodo dall’8 marzo 2020 al 31 maggio 2020, le attività degli uffici relative alla liquidazione, al controllo, all’accertamento e alla riscossione”.

 

Leggi anche:  Miss Comuni Fioriti 2018, Francesca Cuva rappresenterà Pettineo