È stato accolto immediatamente dal Sindaco Franco Ingrillì, l’appello lanciato da alcuni familiari e indirizzato all’assessore regionale alla salute Ruggero Razza chiedendo di modificare immediatamente le direttive per le RSA e dare la possibilità di incontrare a distanza e con tutte le precauzioni del caso, dopo circa tre mesi, i propri cari all’interno della struttura per anziani di Villa Pacis di Capo d’Orlando.

Ricordiamo l’apprensione avuta qualche mese fa, dopo la positività di un medico che lavorava all’interno della struttura e che per fortuna non ha contagiato nessuno degli anziani presenti, ma oggi stanno vivendo però un momento di depressione  per la solitudine vissuta, non potendo avere per tutto questo tempo alcun contatto  con i figli e i parenti, se non quello telefonico.

Il Sindaco oggi stesso contatterà l’assessore Razza, affinché possa dare il via a questa apertura alle visite a distanza e controllate con la massima cura. Bisogna fare presto in quanto molti anziani stanno attraversando un periodo molto delicato, per cui non possiamo pensare di averli salvati dal coronavirus ed avere peggiori conseguenze portati dalla depressione e dalla  solitudine.

Il Presidente Nello Musumeci molto attento ad interessarsi alla riapertura di discoteche e altri locali, dovrà urgentemente porgere l’attenzione alla vita di questi cari anziani, costretti oggi a vivere nelle proprie stanze, senza poter frequentare le sale comuni o svolgere quelle attività anche di gruppo che rendevano viva e interessante la giornata da trascorrere.

Leggi anche:  Capo d’Orlando, Polizia esegue misura cautelare: in carcere stalker