Uno screening sulla popolazione scolastica dei due istituti comprensivi di Sant’Agata di Militello, di concerto con i Dirigenti scolastici e l’Usca Nebrodi, è stato effettuato nella giornata di ieri in “drive in” con test rapido. Si tratta di un’iniziativa della Regione Sicilia, promossa dalle Asp in collaborazione con ANCI Sicilia e con le amministrazioni locali, su una trentina di città siciliane operato nell’ambito della popolazione scolastica – docenti e alunni – su base volontaria, su soggetti tendenzialmente asintomatici, con intento di prevenzione. Ma l’iniziativa non ha avuto i risultati sperati. 

“Purtroppo – scrive il primo cittadino Bruno Mancusosi è registrata una scarsa adesione all’iniziativa, solo 140 tamponi effettuati su 250 iscritti. Tutti i tamponi effettuati sono risultati negativi. Sentiti i medici dell’Usca, questi si sono resi disponibili a continuare lo screening nei prossimi giorni, quindi coloro i quali volessero sottoporsi all’esame potranno ancora effettuarlo, compilando il form messo a disposizione dai Dirigenti scolastici dei due Istituti. Credo che sottoporre a tampone la popolazione scolastica sia molto utile per organizzare al meglio e riprendere in sicurezza l’attività didattica”.

 

Leggi anche:  A Santo Stefano crescono contagi, Re: "Qualcuno ha taciuto i sintomi"