Proseguono i controlli disposti dal Comando provinciale dei Carabinieri di Enna finalizzati al controllo delle aree rurali, con l’ausilio dello squadrone Eliportato “Cacciatori di Sicilia”.

A Troina i carabinieri, nel corso di un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in materia di armi nonché del fenomeno dell’esercizio abusivo dell’attività venatoria, hanno denunciato 5 cacciatori messinesi.

I 5 uomini sono stati sorpresi in contrada “Sambuchello”, nel territorio del Comune troinese, ricadente nell’area protetta del Parco dei Nebrodi inequivocabilmente intenti a svolgere attività venatoria di frodo. Durante il controllo sono stati sequestrati 3 fucili da caccia e circa 120 munizioni di vario calibro illegalmente detenute.

I cacciatori sono stati deferiti alla Procura della Repubblica per i reati di “detenzione illegale di armi e munizioni” e “introduzione di armi in area protetta sottoposta a vincolo”.

Leggi anche:  Messina, arrestato mandante di omicidio di mafia avvenuto nel 2001