I Carabinieri di Caronia nel corso di un servizio finalizzato alla ricerca di armi e munizioni, hanno tratto in arresto un giovane 19enne, dopo avere rinvenuto presso luoghi nella sua disponibilità, un fucile calibro 16, illegalmente detenuto e varie munizioni non denunciate all’Autorità. Nell’ambito della medesima operazione altri due soggetti sono stati denunciati a piede libero per detenzione illegale di munizioni e materiale esplodente.

Nel pomeriggio di ieri si è celebrata davanti al GIP dott. La Spada l’udienza di convalida dell’arresto alla presenza dell’indagato e del suo difensore di fiducia l’avvocato Lucio Di Salvo, del foro di Patti (nella foto). In esito al giudizio di convalida il P.M. ha chiesto per l’indagato, accusato del reato di ricettazione e detenzione abusiva di armi e munizioni, la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Il GIP, in accoglimento delle argomentazioni difensive dell’avvocato Lucio Di Salvo, ha applicato la misura meno afflittiva dell’obbligo di dimora nel Comune di Caronia, senza ulteriori prescrizioni.