Distretto Sant’Agata, sindaci chiedono incontro con l’assessore Volo


I sindaci dei 18 comuni del distretto socio sanitario 31 di Sant’Agata Di Militello chiedono un incontro urgente alla neo Assessore regionale alla salute, Dott.ssa Giovanna Volo, allo scopo di riaprire il confronto relativo alle gravi criticità che attanagliano i servizi sanitari sui Nebrodi, a partire dall’ospedale di Sant’Agata Militello.

“Esprimiamo seria preoccupazione – dichiara Bruno Mancuso, Sindaco di Sant’Agata Militello
Comune Capofila Distretto Socio Sanitario 31 – per le condizioni in cui versa la sanità pubblica nel nostro territorio, con l’ospedale un tempo nosocomio d’eccellenza oggetto negli anni di un continuo ridimensionamento che adesso sta arrancando tra reparti chiusi e personale insufficiente, grave compromissione della qualità dei servizi essenziali e turni massacranti cui sono costretti medici ed operatori sanitari per garantire l’emergenza. Il tutto con disagi enormi per pazienti e familiari, deportati in altri ospedali e costretti a lunghi viaggi.

Ricordiamo quindi prosegue il primo cittadino – che dal 2019 l’ospedale è stato privato del punto nascita, presidio essenziale a tutela del distretto più popoloso della provincia e con maggiore disagio orografico e dei collegamenti soprattutto per i numerosi centri dell’entroterra. Da anni chiediamo un cambio di passo per l’ospedale ed in generale su tutte le carenze dei servizi nell’ambito del distretto sanitario e per questo era stata avviata una interlocuzione con il precedente Governo regionale, rimasta tuttavia in sospeso.

“Si rappresenta quindi l’urgenza di un incontro – conclude Mancuso – tra l’assessore alla Salute ed una delegazione dei Sindaci del territorio che nel frattempo si riuniranno martedì 6 dicembre alle 15:30 a Sant’Agata Militello per una conferenza dei servizi convocata per discutere delle stesse problematiche”.

Dalla stessa categoria