L’avvocato Mario Turrisi, all’età di 46 anni – ancora da compiere – si è spento al Policlinico di Messina in circostanze ancora da accertare. Anche se si parla di una emorragia cerebrale. La notizia, di pochi minuti fa, ha sconvolto non solo la comunità tusana ma l’intero hinterland nebroideo dove il legale era molto conosciuto ed apprezzato come uomo e come professionista.

Mario soffriva di ipertensione e, nella seconda decade del mese di marzo, era stato vaccinato, insieme a tutta la categoria degli avvocati del foro di Patti, con AstraZeneca, presso l’ospedale di Mistretta. Su questa oscura vicenda vuole vederci chiaro la Procura della Repubblica di Patti che, dalle informazioni in nostro possesso, si starebbe muovendo per ordinare l’autopsia sulla salma.

Leggi anche:  Covid, a Troina sono 26 i casi di positività