La Commissione Consiliare Permanente “Sanità e Politiche Sociali” del Comune di Capo d’Orlando, presieduta dal Consigliere Felice Scafidi nella scorsa riunione, ha incalzato l’Amministrazione Ingrillì per la scarsa pianificazione delle iniziative finalizzate al contenimento dei contagi da Covid-19.

Così come preannunciato nei giorni scorsi, i componenti presenti alla richiamata Commissione, Sandro Gazia, Renato Carlo Mangano e Linda Liotta, hanno dibattuto sulle iniziative da intraprendere per affrontare con determinazione le problematiche legate alla nota emergenza sanitaria.

Dopo aver stigmatizzato l’insensibilità delle forze di maggioranza che non hanno ritenuto opportuno discutere nel civico consesso la mozione già incardinata tra i punti all’ordine del giorno degli ultimi due consigli comunali e richiamato sulle inadempienze dell’amministrazione attiva, l’opposizione ha depositato un articolato documento esplicativo delle iniziative da porre in essere per scongiurare la terza fase dei contagi da Covid-19, come di seguito riportate:

– Aggiornamento quotidiano del sito istituzionale del Comune e precisamente la sezione dedicata all’Emergenza Covid-19, con il report giornaliero delle attività svolte sull’intero territorio da parte del Corpo di Polizia Municipale (Es.: evidenziare il numero di controlli su autoveicoli e/o persone e/o attività commerciali; riportare il numero delle sanzioni elevate e le relative motivazioni; indicare quella parte del territorio interessata dall’attività svolta, ecc..). In quanto, come reiteratamente contestato dai consiglieri di minoranza, la consuetudine dell’uso del profilo facebook utilizzato nella scorsa campagna elettorale, per promuovere l’attività amministrativa e l’informazione dell’andamento della curva dei contagi in città, rappresenta un aspetto troppo delicato per non avere idonea pubblicità/comunicazione anche attraverso i canali istituzionali per rendere le notizie più accessibile a tutti. Peraltro, nell’Ordinanza Sindacale n.6 del 16/01/2021, relativamente al tracciamento dei contatti stretti, non risulta la modalità di comunicazione che deve essere adottata tra gli uffici territoriali ASP, i medici di medicina generale ed i pediatri di libera scelta con gli uffici comunali;

– Sospensione del servizio dei parcheggi a pagamento, vista la classificazione della nostra Regione in zona Rossa e prolungamento degli abbonamenti mensili per un periodo pari alla sospensione;

– Regolamentazione dell’accesso agli spazi pubblici, nel rispetto dei DPCM e delle ordinanze regionali, al fine di scongiurare assembramenti, avvalendosi anche di quelle associazioni di volontariato che hanno dimostrato disponibilità;

– Regolamentazione del mercato settimanale tenendo conto delle richiamate ordinanze nazionali e regionali e delle vigenti limitazioni merceologiche, auspicando un’attività di controllo e prevenzione per agevolare la vendita e gli acquisti in sicurezza.

“L’assenza di un effettivo confronto tra forze politiche sulle conseguenze dell’emergenza sanitaria ed economica sulla nostra comunità – commentano i consiglieri Felice Scafidi, Sandro Gazia, Linda Liotta e Renato Carlo Mangano – ed il glissare del Primo Cittadino sul coinvolgimento dei consiglieri e dei rappresentanti della società civile nelle decisioni da prendere potrebbe far pensare che il sindaco e l’amministrazione ormai uscente preferiscano non avvalersi delle competenze dei singoli rappresentanti del popolo e delle fasce deboli che tanto potrebbero contribuire nella pianificazione delle strategie per debellare i contagi covid-19 da Capo d’Orlando per timore di far emergere le incompetenze di una macchina amministrativa ingolfata. Sembrerebbe prevalere un sentimento di caparbietà nel voler gestire una emergenza troppo grave da affrontare da soli”.