I lockdown locali e le altre restrizioni alla mobilità introdotte in questi giorni per il riacutizzarsi dell’emergenza coronavirus riportano l’attenzione sulle regole per viaggiare in auto, moto o altri mezzi privati. Occorre portare la mascherina anche a bordo? Si possono occupare tutti i sedili? E fa differenza se si è conviventi o solo congiunti?

Con la stretta alla mobilità, diventa più probabile essere fermati per controlli. E lo stato di emergenza è stato prolungato fino al 31 gennaio 2021, con il Dpcm del 7 ottobre. Al momento, su questi aspetti nulla è cambiato rispetto ai DPCM e alle FAQ ministeriali della primavera scorsa. Ma poi su altri aspetti erano arrivate nuove regole e si rischia di fare confusione. Ecco un riepilogo di quelle su come viaggiare in auto, moto o altri mezzi privati.

Innanzitutto, nella stessa vettura possono viaggiare anche amici e persone non conviventi, ma devono:

A) Indossare tutti la mascherina;

B) Restare distanziati, per cui davanti può sedere solo il conducente e dietro occorre occupare i posti vicini ai finestrini, lasciando libero quello centrali.

È esentato da questi vincoli solo chi è con persone che fanno parte dello stesso nucleo familiare e condividono la stessa abitazione oppure i coinquilini, quindi coppie o amici conviventi. Se a bordo ci sono ulteriori persone, occorre distanziarsi da esse e mettersi tutti la mascherina.
Leggi anche:  Emergenza Covid, Sicilia diventa area gialla

Attenzione: non sono esentati anche i congiunti, se non sono conviventi. Quindi non si può contare sul fatto che le interpretazioni ministeriali di fine primavera avevano allargato la categoria del congiunti (coniugi, partner conviventi, coppie unite civilmente, chi ha una relazione che deriva da uno stabile legame affettivo, parenti fino al sesto grado e affini fino al quarto grado): occorre che convivano.

In moto, mascherina obbligatoria per tutti sotto il casco e si può portare un passeggero solo se convivente. Con monopattini elettrici e bici occorre essere sempre soli e con la mascherina, tranne i bimbi sul seggiolino, trasportati da fratelli, sorelle e genitori.

Su auto noleggio con conducente (Ncc) e taxi, nessun passeggero può sedersi sul sedile anteriore e dietro possono stare solo due persone, vicine ai finestrini. Tutti devono portare la mascherina, salvo sia installati un divisorio in plexiglass tra i posti anteriori e il resto dell’abitacolo.

Sui veicoli commerciali (furgoni), due colleghi possono stare insieme a bordo sul triplo sedile anteriore, ma con la mascherina. Vale lo stesso per gli autocarri leggeri doppia cabina, con due persone per fila; se invece si usa una furgonetta di derivazione auto, il conducente deve viaggiare solo.

Chi non rispetta queste norme rischia una multa da 533,33 a 1.333,33 euro. Si aggiungono le sanzioni normalmente previste dal Codice della strada in caso di infrazioni alle regole generali. Per esempio, per chi trasporta passeggeri sui monopattini elettrici (o su qualsiasi mezzo, se il guidatore è minorenne).