È stato lo stesso assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, a rimuovere i blocchi sulla strada statale 117 Nord-Sud, nel tratto fra Nicosia e Mistretta, in provincia di Enna, e a dare il via ad una marcia di protesta per sollecitarne l’apertura. Presenti sul posto alcuni sindaci e amministratori di Nicosia, Gangi, Castel di Lucio, Cerami, Capizzi, Piazza Armerina, Leonforte, Troina, Sperlinga, Regalbuto e Nissoria.

La protesta è stata organizzata per chiedere all’Anas l’apertura del lotto Bb4 della strada, fra Nicosia e Mistretta. “Questo tratto ammodernato di Statale 117 – spiega Falcone – risulta completato da ben cinque mesi, eppure ancora chiuso per le solite lungaggini. Adesso è davvero giunta l’ora di consegnarlo a un territorio che non può più aspettare i tempi infiniti della burocrazia“.

“Liberiamo la Sicilia dalle barriere della burocrazia – conclude -. Mai più l’Italia a due velocità. Vogliamo rispetto, infrastrutture e cantieri con tempi certi. Oggi la Statale Nord-Sud a Enna viene ‘consegnata’ ai cittadini che la attendono da anni. Apriamo la Nord-Sud. Basta con le opere Anas che non finiscono mai! La strada è pronta e deve essere consegnata alla Sicilia”.

Leggi anche:  Erosione costiera: a Capo d'Orlando si interviene sull'arenile