Giro di Sicilia, tappa dei Nebrodi: ecco le limitazioni alla viabilità


La quarta e ultima tappa del Giro di Sicilia 2021 attraverserà la zona costiera dei Nebrodi. Questa sera è previsto l’arrivo dei ciclisti a Caronia. Domani, venerdì 1 ottobre, la carovana partirà da Sant’Agata Militello e arriverà a Mascali.

Vediamo come cambia la viabilità nei paesi dei Nebrodi:

A Sant’Agata Militello il sindaco Bruno Mancuso ha disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado.  I corridori arriveranno sul lungomare santagatese e si schiereranno alla rotatoria di via Cosenz, percorreranno il lungomare verso via Ragusa, quindi la risalita sulla statale 113, che sarà attraversata ad andatura moderata per tutto il centro abitato, in direzione Palermo. Nei pressi di Torrecandele il km zero e lo start ufficiale al cronometro.

A Rocca di Caprileone il sindaco Filippo Borrello ha disposta la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. Le modifiche alla viabilità si protrarranno solo per un paio d’ore, all’incirca dalle 9,30 alle 11,30 del mattino.

A Capo d’Orlando disposta l’interdizione al traffico veicolare e il divieto di sosta con rimozione forzata sulla Strada Statale 113 dall’incrocio con la via dei Limoni fino alla contrada Santa Carrà dalle ore 9,45 alle 11,15.

A Patti il percorso cittadino della quarta tappa del giro interesserà via Cristoforo Colombo, via Andrea Doria, via Kennedy, via Garibaldi, via Trieste, contrada Canapè, contrada Paesana, l’abitato di Case Nuove Russo e Malluzzo e proseguirà lungo la strada statale 113 fino a contrada Locanda e oltre.

Tutti gli incroci che insistono sul percorso di gara verranno chiusi tra le ore 10.00 e le ore 12.00 dell’1 ottobre. Come viabilità alternativa è stata prevista quella di via Papa Giovanni XXIII, raccordo A/20, Rettilineo di collegamento con il bivio ex Asi, scorrimento veloce Patti-Colla Maffone di Librizzi, contrada Mulinello, via Croce Segreto e viceversa.

Le auto non dovranno essere lasciate in sosta sulle strade interessate dal percorso cittadino dalla ore 7.00 alle ore 12.00 e poi gli automobilisti sono stati invitati ad evitare di muoversi nella fascia oraria tra le ore 10.00 e le ore 12.00, salvo dovesse essere assolutamente necessario, perchè non si potrà assicurare un’agevole viabilità alternativa. Si dovrà infine evitare il transito e l’afflusso pedonale lungo il percorso di gara.

Dalla stessa categoria