Un programma ambizioso è quello presentato alla cittadinanza dalla candidata, Gisella Pizzo, in corsa per la poltrona di primo cittadino del comune di Naso, in vista delle Amministrative del prossimo 4 e 5 ottobre che la vede l’aspirante sindaco dell’U.D.C. Italia contro Gaetano Nanì e Sara Caliò in una battaglia, per lo scranno più alto, all’ultimo respiro.

“Il gruppo “Uniti per NASO” – spiega la Pizzo – ha come obiettivo principale, attraverso un impegno politico, leale, disinteressato e senza sprechi di denaro pubblico, quello di creare le condizioni per aumentare i servizi (da tanto tempo promessi), ridurre la pressione contributiva, far partecipare tutta la cittadinanza alle scelte comunali e ripristinare la legalità e la sicurezza. Il nostro impegno garantirà la pari dignità tra le numerose frazioni ed il centro, attraverso l’equità della distribuzione degli investimenti comunali e delle azioni sociali da porre in atto, facendo riferimento soprattutto alle esigenze delle varie contrade tra di loro molto diverse”.

Nei dettagli i SERVIZI PER IL CITTADINO corrispondono a:
Riduzione dell’addizionale comunale IRPEF gravante sugli stipendi, sui redditi personali e sulle pensioni, e razionalizzazione e rideterminazione delle tariffe e dei tributi locali (rifiuti, mense e trasporti scolastici, ecc.) moderando così la pressione fiscale comunale ed assicurare una maggiore equità sociale , con particolare attenzione alle famiglie numerose con disabili e/o anziani a carico.
Riorganizzazione in termini di efficienza, immediatezza e rendimento dei servizi comunali e degli orari di apertura degli uffici al pubblico.
SERVIZI SOCIALI
Riteniamo che i servizi sociali siano un settore d’intervento fondamentale e primario; oltre agli interventi fattivi previsti dalle leggi siamo intenzionati ad attivare anche una serie di ulteriori servizi per i cittadini grazie anche al Vostro contributo, che sarà dato negli incontri Pubblici che intendiamo indire con cadenza sistematica, cosa che l’Amministrazione uscente si è ben guardata da fare.
In collaborazione con le varie organizzazioni di volontariato, intendiamo mantenere, potenziare o attivare nei casi in cui fosse necessario relativamente alle esigenze della nostra comunità, i servizi di:
-Telesoccorso;
-Assistenza domiciliare e se necessario del servizio infermieristico dell’ULSS 20, dell’Assistente sociale,;
-Trasporto per -consegna dei
visite mediche, pasti caldi a
cure termali, domicilio per alle famiglie
disabili persone
al CEOD; in difficoltà; disabili ecc;
-formazione
-Consultorio familiare;
-Prevenzione e cura dell’alcolismo e della tossicodipendenza, servivi per l’Handicap e altri interventi eventualmente richiesti.
-Giovani:
coinvolgeremo il maggior numero possibile di giovani nelle attività comunali sia a livello di confronto e consulenza, sia a livello di collaborazione attiva alle stesse, recependone nel contempo le istanze e le problematiche.
Informatica:
Verrà valutata l’Installazione di un’antenna wireless per offrire gratuitamente o a basso costo il collegamento ad Internet per le scuole e per ogni cittadino che vorrà usufruirne. (considerato che una parte del nostro territorio non ha alcuna copertura per l’utilizzo della linea ADSL)
Demografia:
Istituiremo un bonus-bebè ai neonati, figli di residenti da almeno 10 anni.
Aumenteremo i contributi comunali destinati agli asili nido e incentiveremo l’accesso a detto servizio.
-Anziani e disabili:
abbatteremo ovunque sia possibile le barriere architettoniche, faremo in modo di coinvolgere i nostri anziani a partecipare attivamente alla vita sociale, interverremo con sostegni finanziari in particolari situazioni di bisogno.
-Famiglie:
promuoveremo incontri specifici e a tema con le famiglie allo scopo di individuare e affrontare adeguatamente problematiche e bisogni (prevenzione del disagio minorile e integrazione sociale) e di conseguenza si individueranno modi e procedure per risolverli.
“Parrocchie:
Promuoveremo un avvicinamento con le varie parrocchie. Instaurare una collaborazione fra le strutture sociali comunali e quelle parrocchiali significa armonizzare gli interventi, renderli più efficaci e utilizzare meglio le risorse e i servizi disponibili.
” Edilizia popolare:
Costruzione di abitazioni da destinare a giovani coppie, persone e famiglie bisognose residenti nel territorio comunale, con priorità ai cittadini italiani.
” Edilizia privata: Incentivi e sgravi
per l’installazione di fonti di energia alternative.
” Beni storici ed ambientali:
Promuovere e favorire una sinergia pubblico-privata per la tutela ed il recupero dei beni storico/artistici presenti sul territorio comunale.
SCUOLA
-Trasporti scolastici:
Un punto mai recepito dall’Amministrazione uscente è il completamento del servizio: siamo intenzionati a fornire un servizio di andata e ritorno per tutti gli studenti
Attueremo una riduzione delle rette di trasporto per renderlo accessibile ad un maggiore numero di utenti.
SPORT
Elemento estremamente importante e formativo per i nostri giovani e non solo. E’ nostra intenzione sostenere le associazioni sportive mediante l’assegnazione di contributi mirati e favorire iniziative atte ad incoraggiare l’attività sportiva anche per altri sport (non solo calcio o pallavolo …). Stileremo convenzioni con le associazioni sportive del territorio al fine di fare usufruire al meglio le strutture sportive esistenti che verranno migliorate.
ATTIVITA’ RICREATIVE – CULTURA
Verranno sostenute in modo concreto tutte le attività culturali e ricreative promosse dalle varie associazioni presenti nel territorio comunale, siano esse laiche o parrocchiali.
AMBIENTE
Incentiveremo la raccolta differenziata mediante una campagna di sensibilizzazione nelle scuole e tramite assemblee pubbliche.
Adotteremo tutti gli strumenti necessari per migliorare la qualità delle acque.
UNIONE DEI COMUNI E ALTRI ENTI SOVRACOMUNALI
Si dice che ” piccolo è bello”, (ma…..costa ) e che ” l’unione fa la forza”. Con questi principi intendiamo mantenere un’autonomia comunale sovrana ma al tempo stesso rafforzare in maniera considerevole il rapporto e la collaborazione con gli Enti in modo da dare molti e validi servizi al cittadino con costi che solo una grande organizzazione può offrire.
SICUREZZA
Punto inderogabile per noi è il controllo dell’immigrazione e di tutti coloro che chiederanno di risiedere nel nostro territorio comunale al fine di prevenire fenomeni di abusivismo e criminalità, adottando tutti i criteri atti a garantire la sicurezza dei nostri concittadini. Ci impegneremo perché venga incrementata la presenza della polizia municipale sul territorio comunale.
AGRICOLTURA – ATTIVITA’ PRODUTTIVE
In momenti come questi, con una crisi economica che si fa sentire sempre più, è doveroso recepire tutte le iniziative che puntino al mantenimento e all’aumento dei posti di lavoro.
Molte sono le norme che a volte rallentano o complicano l’attività produttiva: nostra intenzione è di recepire le istanze degli imprenditori e insieme trovarne le soluzioni.
Collaboreremo con i coltivatori diretti per il raggiungimento dei finanziamenti regionali e comunitari e per valorizzare e tutelare i prodotti agricoli locali. Incentiveremo lo sviluppo artigianale ed industriale ma con un occhio di riguardo per la salute pubblica.
– Gemellaggio con un paese e o città italiana per promuovere l’interscambio delle risorse agricole, produttive, turistiche ed economiche in genere; – Dare a tutti i cittadini i recapiti telefonici dei consiglieri della nostra lista, onde poter meglio agevolare l’inoltro di richieste ed osservazioni.
LAVORI PUBBLICI
Il nostro motto è: dare priorità alle opere necessarie e successivamente, senza indebitare ulteriormente il Comune, con opere di abbellimento e di ristrutturazioni secondarie.
Il settore dell’Urbanistica e dell’Edilizia pubblica è particolarmente importante: lo stato delle infrastrutture pubbliche e delle abitazioni private incide molto sulla qualità della vita della comunità e, di conseguenza, qualsiasi miglioramento, ampliamento o completamento non può che apportare benefici ed aprire nuove prospettive di sviluppo.
-rifacimento della rete idrica e della rete fognaria laddove necessario; -allestimento della rete fognaria a ponte Naso.

Leggi anche:  "Un Covid-Hospital in provincia di Enna", la richiesta del sindaco di Cerami