Una Castelluccese decisamente sottotono si lascia imbrigliare da una coriacea Stefanese che vede sfumare la possibilità di conquistare tutta la posta in palio solo al 95′, punita dal 7° goal in biancorosso del bomber Scarpinato.

Stefanese

Parte meglio la Castelluccese e al 4′ Milia da buona posizione invece di calciare verso la porta difesa da Rizzo eccede in altruismo e fallisce l’assistenza per Salerno. La gara si sblocca al 15′: splendida incornata di Solaro su centro di Cipolla per il momentaneo 0 a 1. Passano 3 minuti e dal limite ci prova Scarpinato, ma la conclusione del numero 11 biancorosso finisce di poco a lato. Al 28′ del primo tempo il direttore di gara confeziona la prima di una lunghissima serie di perle, regalando un calcio di rigore inesistente ai padroni di casa, dagli 11 metri capitan Re ringrazia e trasforma. La Castelluccese sembra in grado di riordinare le idee ma l’occasione capitata sui piedi di Milia, al 32′, sulla quale risponde presente il portiere Rizzo, è solamente un illusorio fuoco di paglia.

La ripresa, dopo un primo tempo non proprio da ricordare, appare subito più vivace e al 51′ Franco è costretto ad un super intervento sulla conclusione dal limite del sempre pericolosissimo Re. Sull’altro fronte è Milia ad impegnare l’estremo difensore “orange”. Al 58′, il direttore di gara, dopo aver, nella prima frazione di gara negato un rigore lapalissiano a Salerno, si inventa un fallo di Gatto su Piazzese; sulla successiva punizione, prodezza balistica ancora di Re e 2 a 1 per la Stefanese. Sopra di una rete, i padroni di casa, encomiabili per la “garra” messa in campo per tutti i 90 minuti, provano in tutti i modi ad addormentare la partita eccedendo spesso, con la complicità di un arbitro troppo permissivo, nelle perdite di tempo. Una gara continuamente spezzettata rende ancora più complicato il compito di una Castelluccese brutta e nervosa che comunque riesce a creare ghiotte occasioni da rete con Scarpinato che al 70′ calcia di poco a lato e al 75′, da buona posizione, si fà respingere la conclusione da Rizzo. All’80’ arriva il più grande capolavoro di giornata del direttore di gara che interrompe il gioco, proprio mentre Grillo sta per calciare in porta, per andare a verificare le condizioni del portiere della Stefanese rimasto a terra fuori dall’area di rigore dopo aver sbagliato l’intervento in uscita su Scarpinato ai 20 metri.

Gli ultimi minuti di gara, con una Castelluccese sbilanciata in avanti alla ricerca disperata del goal del pari, regalano emozioni continue: all’88’ passa dai piedi di Bonocore l’occasionissima per i padroni di casa per l’allungo decisivo, ma il destro dell’esterno d’attacco arancione viene bloccato da un intervento strepitoso di Franco; sull’altro fronte, al 93′ ci prova Salerno, ma Rizzo risponde alla grande, lo stesso Rizzo nulla può però al 95′ sulla splendida conclusione di Scarpinato che regala il 2 a 2 ai biancorossi che addirittura, prima del triplice fischio finale, sfiorano il colpaccio colpendo con Di Giovanni la traversa.

Leggi anche:  Covid, a Santo Stefano di Camastra salgono a 5 i casi positivi

STEFANESE: Rizzo, D’Amico, Patti D.(51′ Patti F., 72′ Ricciardi), Todaro, Ciardo, Sorintano, Buonocore, Villano, Piazzese, Re, Cinquegrani; Manfrè, Caurro, Guadagna, Russo F., Russo L., Patti G., Buonocore.

CASTELLUCCESE: Franco, Allò, Viglianti, Cipolla, Gatto, Di Giovanni, Salerno, Solaro, Milia, Rinaldi (67 Grillo), Scarpinato; Bologna, Platia, Uwa, Nobile, Sciortino, Tita, Testa, Viglianti.

MARCATORI: Solaro(15′), Re( 28′, 58′), Scarpinato(95′).