Jonica-Nebros 1-1, giusto pareggio nel derby Ionio-Tirreno


A Santa Teresa di Riva finisce con un giusto pareggio (1-1) la sfida tra la Jonica e la Nebros. Ottima la prova di entrambe le formazioni che hanno lottato su ogni palla per novantacinque minuti. Alegria illude la Jonica. La Nebros pareggia con l’autorete di Zirignon

Partono subito forte gli undici di Perdicucci, approfittano anche degli errori in fase di costruzione della Jonica per collezionare azioni da rete. I giallorossi schierano negli undici iniziali gli juniores Cicala (al suo esordio dal 1’) e Lanza. L’altra novità è la presenza di Ninkovic in mezzo al campo. La Nebros, invece, si affida al bomber Fioretti (capocannoniere del girone) per conquistare la terza vittoria stagionale. E’ proprio il bomber biancoverde a mettersi in evidenza al minuto 14’ quando sfiora il vantaggio: approfitta di una leggerezza di Zirignon e s’invola verso la porta difesa da Pontet ma la sua conclusione è alta. La Jonica fatica anche per il vento sfavorevole a imbastire azioni pericolose. Però il calcio è imprevedibile e, poco dopo la mezzora, i giallorossi si portano in vantaggio. Suggerimento perfetto di Cragnolini per Alegria, l’attaccante colombiano controlla, s’infila nella difesa ospite e con perfetto rasoterra batte Paterniti in uscita. La Jonica, dopo aver preso le misure, prova a mettere al tappeto, prima dell’intervallo, la Nebros. Il tiro di De Leon però è debole. Si va negli spogliatoi con i giallorossi in vantaggio 1-0. Le due squadre al rientro non presentano novità negli schieramenti. La Nebros è subito pericolosa con Cassaro (girata di poco fuori), poi trova il pareggio, grazie all’autogol di Zirignon che tocca la sfera, quasi al limite dell’area, con Pontet in uscita. Al 60’ mister Ferraro, che segue la seconda parte della gara dalla tribuna per aver raccolto un rosso negli spogliatoi, prova a dare maggiore linfa alla squadra inserendo al 60’ Straris e Santoro rispettivamente per Zirignon e Lanza mentre Dragan entra al posto di un affaticato Ninkovic. Alegria al 71’ viene anticipato prima di battere a rete. Dall’altro lato Carrello sciupa un errato disimpegno di Santoro. La sua conclusione è alta. Poco dopo c’è il gol annullato a Cragnolini sugli sviluppi di un calcio d’angolo. L’ultima stoccata è firmata da Alegria ma Paterniti ci mette i pugni e palla in angolo. Finisce qua: 1-1 nel derby Ionio-Tirreno.

Dalla stessa categoria