La Castelluccese piega il Gescal, centrato l’obiettivo salvezza



La Castelluccese sfrutta al meglio l’ultimo recupero a disposizione battendo il Gescal in rimonta,  scavalcando così  in un colpo solo  Atletico Messina e Gioiosa  e conquistando allo stesso tempo, con tre giornate di anticipo, la matematica salvezza.

I biancorossi potrebbero sbloccare subito il risultato con Salerno che, dopo una pregevole combinazione con Flauto,  conclude però debolmente di sinistro tra le braccia di Siracusa. Al 3′ risponde il Gescal con Zappalà, bravo Avarello in uscita a rifugiarsi in corner. Al 19′ gli ospiti passano in vantaggio: su un lancio profondo dalle retrovie, buon inserimento di Zappalà che scappa alle spalle di Barberi e conclude a botta sicura, Avarello si salva con l’aiuto del palo ma la palla finisce tra i piedi di La Rocca che la spinge facilmente in rete. Passano dieci minuti e la Castelluccese trova il pari: cambio gioco di Barberi per Salerno che premia l’inserimento di Rinaldi, il 10 biancorosso in diagonale di destro supera Siracusa. L’ultimo quarto d’ora del primo tempo è un monologo biancorosso. Al 32′ sul calcio piazzato di Milia,  Di Giovanni e Salerno mancano per pochissimo la deviazione vincente; al 37′ è Rinaldi che centra per Salerno che di testa da pochi passi non riesce ad essere incisivo; al 43′ è Salerno invece che mette una buona palla sul secondo palo per Rinaldi che però spedisce fuori; un minuto dopo ci prova Milia dal limite, la palla finisce a lato.

La ripresa è meno emozionante della prima frazione di gara e sono gli ospiti al 53′ a provarci per primi con il tiro dal limite di Cucinotta che finisce sopra la traversa della porta difesa da Avarello. Al 75′ arriva il goal del sorpasso castelluccese: Rinaldi riceve palla sulla destra e crossa per Salerno che si fa trovare pronto sul secondo palo e di testa fa 2 a 1. Passati in vantaggio i biancorossi gestiscono la gara senza rischiare nulla e all’84’ Scarpinato, sul traversone di Salerno, stacca di testa e  solo la provvidenziale deviazione di testa di Tiano gli nega  il goal del 3 a 1. Al triplice fischio finale grande soddisfazione in casa Castelluccese per l’obbiettivo salvezza  raggiunto con tre giornate di anticipo,  nonostante gli infortuni a catena e nonostante  le vicissitudini legate al covid  che hanno complicato il percorso nell’ultima parte di stagione

CASTELLUCCESE: Avarello, Macaluso (80′ Oieni), Barberi, Flauto, Di Giovanni, Madonia, Salerno, Solaro (85′ Platia), Milia (70′ Grillo), Rinaldi, Scarpinato; Franco, Arena, Cipolla.

GESCAL: Siracusa (46’Frisone), Cucinotta, Giordano (61′ Scimone), Lo Presti (77′ Ventra), Tiano, De Salvo, Zappalà, Marino, La Rocca, Arena, Di Stefano; Scarantino.

MARCATORI: La Rocca (19′), Rinaldi (29′), Salerno (75′).

Dalla stessa categoria