Una Castelluccese perfetta supera con un perentorio 2 a 0 il quotatissimo Gangi che, dopo la seconda sconfitta interna stagionale, perde anche la vetta della classifica.

Per i ragazzi di mister Marguglio, la gara si mette subito sui binari giusti e già al 4′ arriva la rete del vantaggio: verticalizzazione di Y. Mazouf per Salerno che di potenza supera Iannolino e con il piatto destro piazza la palla alla destra del portiere Fagone per il suo 9° goal stagionale (sempre a segno nelle 7 uscite stagionali ufficiali) Sopra di una rete si materializza il capolavoro della Castelluccese. Il Gangi palleggia, cerca di produrre gioco ma contro una formazione molto compatta e in grado di mantenere le giuste distanze tra i reparti, nella prima frazione di gara, non riesce mai a trovare lo spiraglio per impensierire Spanò. I biancorossi del presidente Ruffino, per contro, si difendono con ordine e ad ogni ripartenza mettono in crisi la retroguardia dei padroni di casa. Al 10′ è P. Mazouf, su corner battuto da Salerno, a fallire da pochi passi la deviazione vincente. Un minuto dopo lo stesso P. Mazouf ci prova con un sinistro a giro dal limite costringendo Fagone a rifugiarsi in corner; sul corner successivo è Solaro a sfiorare il goal di testa. Al 22′ ,poi, è Salerno a dare sfoggio del suo strapotere fisico bruciando in velocità Maiorana e concludendo con un sinistro sul quale questa volta Fagone dice no. Al 42′ arriva il raddoppio: Centineo esce palla al piede e dopo aver superato in dribbling un avversario, è bravo e caparbio a sfruttare al meglio un rimpallo favorevole e in scivolata a verticalizzare per P. Mazouf che copre bene palla sulla pressione del diretto avversario e di destro lascia partire il diagonale per lo 0 a 2 con il quale si chiude la prima frazione di gara.

Le occasioni più pericolose dell’intera gara, il Gangi riesce a produrle nei minuti iniziali del secondo tempo. Al 49′ è Mocciaro, servito in verticale, a provarci con un pallonetto da posizione defilata ma non centra la porta. Al 53′ è il neo entrato Cornazzani a raccogliere la respinta di Spanò ma da buona posizione spara alto. Esaurita la spinta iniziale, i padroni di casa ritornano ad essere imbrigliati dalla trama tattica ordita dalla Castelluccese che continua a difendersi con ordine concedendo solo un paio di conclusioni dalla distanza a Patti. Lo stesso Patti al 69′ ha una ghiotta occasione per accorciare le distanze, ma la punizione a due, dentro l’aria di rigore della Castelluccese, sfiora solo l’incrocio dei pali. È l’ultimo vero brivido per Spanò e compagni, che in superiorità numerica, dopo l’espulsione di Fagone, riescono con maggior facilità a condurre in porto una vittoria prestigiosissima, fallendo nei minuti finali, in un paio di circostanze, addirittura la rete dello 0 a 3.

GANGI: Fagone, Arena, Manetta,Di Domenico (63′ Patti), Maiorana (46′ Cornazzani), Iannolino, Fazio (60′ Aiello), Venuti, Mocciaro, Ferrante (65′ Savasta), Albanese (46′ Salvo); Attinasi, Fernandez, Serio, Galletto.

CASTELLUCCESE: Spanò, Principato, Aversa, Solaro, Centineo, Y. Mazouf, Salerno, Re, P. Mazouf (83′ Di Noto), Biundo (66′ Tarantello), Milia (88′ Platia); Franco, Furfari, Giambelluca, Patti, Toto, Nicolosi.

MARCATORI: Salerno (4′), P. Mazouf (42′).