La Castelluccese, dopo 90 minuti comunque giocati a viso aperto, non riesce a fermare la corsa dell’Acquedolci capolista che, seppur soffrendo, porta a casa una vittoria pesantissima per 2-1.

La gara, condizionata dalle violente e improvvise folate di vento, mette da subito in evidenza le difficoltà della retroguardia ospite nell’arginare la verve di Salerno che dal 10′ al 20′ sfiora la rete del vantaggio in tre circostanze: all’11’ imbeccato da Grillo supera Caserta in pallonetto ma la palla finisce a lato, al 15′ a giro di destro sfiora l’incrocio dei pali e al 20′ a tu per tu con l’estremo difensore avversario calcia di poco fuori.

Al 24′ primo pericolo creato dall’Acquedolci: Calabrese dalla destra centra per Carrello che in allungo spedisce sul fondo. Lo stesso Carrello al 38′ porta in vantaggio i suoi trasformando, con una prodezza balistica, un calcio di punizione dal limite. La prima frazione di gioco finisce 0 a 1. Ad inizio ripresa la Castelluccese rischia di capitolare per la seconda volta, ma la conclusione di Calabrese viene, a portiere battuto, respinta da Viglianti sulla linea e finisce sul palo prima di essere definitivamente spazzata. Al 60′ la Castelluccese trova il pari: Salerno brucia Aiello in velocità e dopo aver saltato in dribbling anche Caserta, da posizione defilata, deposita in rete.

L’equilibrio dura solo 10 minuti e ha spezzarlo è il solito Carrello che entra in area di rigore e dopo aver effettuato un paio di finte deposita il pallone all’angolino alla sinistra di Bologna. La Castelluccese non ci sta e con carattere ed orgoglio, subendo anche un paio di contropiedi pericolosi, si spinge in avanti alla ricerca del pareggio ed in più di una circostanza la linea difensiva biancoverde è costretta agli straordinari. Il risultato però non cambia e al triplice fischio finale resta in casa biancorossa il grosso rammarico per una sconfitta immeritata, solo un pò mitigato dalla soddisfazione di aver giocato ad armi pari con la prima della classe.

CASTELLUCCESE: Bologna, Gatto, Allò, Cipolla (73′ Milia), Platia (88′ Nicolosi), Di Giovanni, Salerno, Solaro, Viglianti A., Grillo, Scarpinato; Franco, Uwa, Di Francesca, Viglianti GB, Tita.

ACQUEDOLCI: Caserta, Aiello, Scafidi, Zingales, Tinnirello, Calabrese, Collura (80′ Occhiuto), Truglio (89′ Frisenda), Naro, Crascì, Carrello (84′ Iuculano).

MARCATORI: Carrello (38′, 70′), Salerno (60′).