La Nigithor Volley Santo Stefano di Camastra cade sul campo della quarta forza del campionato, la U.S. Ardens Comiso, ma riesce a conquistare ugualmente un prezioso punticino che le permette di mantenere a debita distanza le squadre in lotta per la salvezza.

La squadra di  coach Staiti, per lunghi tratti della gara, ha giocato ad armi pari contro il roster comisano, che ha avuto il merito di crederci sempre, anche quando la formazione stefanese ha osato qualcosa in più per cercare l’allungo decisivo. Nel corso dei cinque set, le due squadre si sono fronteggiare senza alcun timore reverenziale, con tre set su cinque che si sono chiusi ai vantaggi, a dimostrazione del grande equilibrio che si è registrato al PalaDavolos. Per lunghi tratti si è giocato punto a punto attraverso un gioco speculare a chi sbagliava meno.

Dopo quattro set giocati in pieno equilibrio, nel quinto e decisivo gioco le ospiti stefanesi cedono di schianto sotto i colpi delle padrone di casa che concretizzano meglio le loro giocate conquistando due meritati punti. Da evidenziare alcune discutibili decisioni arbitrali che hanno lasciato più di qualche dubbio alle stefanesi, ma recriminare adesso non serve a nulla, bisogna riprendere immediatamente fiato e ricominciare a lavorare in maniera intensa in palestra, per da dare seguito al processo di crescita intrapreso dalla squadra da qualche settimana a questa parte.

Per la Nigithor si è comunque trattato di un test importante, che conferma i progressi della squadra dopo gli ultimi arrivi che hanno dato una certa solidità al roster arancionero, chiamato a raggiungere prima possibile la tanto agognata salvezza diretta, che per quello che hanno fatto vedere fino ad ora capitan Angelova e compagne sembra essere alla loro portata. L’auspicio è quello di vedere una squadra che gioca e diverta, e che sia in grado di coinvolgere sempre più gente sugli spalti del Palaceramiche. Le premesse per chiudere la stagione in crescendo ci sono tutte, con la riconquistata autostima sognare non sarà certamente una chimera.

Leggi anche:  Volley, difficile ed insidiosa trasferta per la Nigithor

U.S. Ardens Comiso – Nigithor Santo Stefano (3 – 2/ 24-26; 26-24; 28-26; 16-25; 15-5)