Il presidente dell’Irccs Oasi di Troina, Don Silvio Rotondo, “esprime vivo compiacimento nei confronti dell’Associazione “Prader Willi” – sezione Sicilia, che ha trasferito e scelto l’Oasi come sede legale della propria organizzazione a livello regionale. Un’iniziativa che manifesta un attestato di fiducia nei confronti del nostro Istituto – dice Don Silvio – e soprattutto la conferma e l’apprezzamento per i valori fondanti della nostra Opera, le attività, la cura, l’attenzione nei confronti delle persone fragili e che soffrono di malattie rare, essendo tra l’altro il nostro Istituto un centro di riferimento per le malattie rare. Ringrazio il presidente dell’Associazione “Prader Willi” sezione Sicilia – conclude il presidente dell’Oasi -, nella convinzione che insieme possiamo raggiungere ulteriori obiettivi nel campo delle malattie genetiche e non solo a tutela delle persone più deboli”.

L’Associazione “Prader Willi” che si prefigge lo scopo di aiutare i soggetti affetti dalla Sindrome di Prader-Willi e altre malattie rare, recentemente, nel corso di una loro assemblea e con voto unanime, ha individuato l’Oasi di Troina come luogo per la propria sede legale.

“Si realizzano con questa iniziativa – dichiara il presidente dell’Associazione Luigi Parisi diversi obiettivi, tra cui principalmente il lavoro del Team Prader – Willi dell’Oasi, che diviene un modello da esportare in tutta Europa, garantire per gli anni a venire, pensando al “Dopo di Noi”, la continuità nell’aiuto alle famiglie che combattono questo terribile mostro e, infine, il desiderio delle famiglie Prader Willi siciliane, ovvero la fine dei viaggi della speranza verso gli ospedali del Nord Italia e/o dell’Estero. Con l’Oasi di Troina abbiamo un percorso condiviso iniziato già dal duemila”.

Leggi anche:  Troina, nuove regole per l'accesso al cimitero