È stato arrestato alle 05,30 di ieri in zona Fondo Fucile, a Messina, dai poliziotti delle Volanti impegnati nel controllo del territorio, un 33enne, messinese, ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Lo hanno notato uscire dall’appartamento di un pregiudicato noto alle forze dell’ordine e arrestato nei mesi scorsi per spaccio. Il trentatreenne è poi salito a bordo di un’auto velocemente abbandonata quando si è accorto della presenza degli agenti. Raggiunto, ha negato di essersi recato nella casa del pregiudicato nonostante ne avesse le chiavi.

Rapidi accertamenti hanno inoltre evidenziato il rapporto di parentela tra i due: il trentatreenne è il cognato del pregiudicato.

Gli agenti che hanno quindi proceduto a perquisire l’abitazione hanno rinvenuto circa 40 grammi di cocaina e una decina di crack. Sequestrata altresì la somma di 3575 euro, verosimile provento di spaccio, un bilancino di precisione e altro materiale generalmente utilizzato per il confezionamento delle singole dosi.

Il trentatreenne è stato trasferito presso la locale casa circondariale su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Leggi anche:  Covid in Sicilia: 1.294 i nuovi contagiati e 34 decessi