Messina, multa di oltre 130 mila euro a ristoratore cinese


Denuncia e maxi multa per il titolare di un ristorante cinese della zona sud a Messina. I carabinieri hanno scoperto varie irregolarità per quanto concerne i dipendenti. Tra loro anche un impiegato totalmente in nero.

Nei giorni scorsi, nell’ambito di una campagna internazionale denominata “action days labourexploitation”, finalizzata a garantire la sicurezza sui luoghi del lavoro, i Carabinieri della Compagnia di Messina Sud, supportati dai colleghi del Nucleo Ispettorato Lavoro del capoluogo, hanno eseguito un controllo a un ristorante nell’area sud di Messina.

All’esito delle attività di controllo, i militari dell’Arma hanno denunciato alla competente Autorità Giudiziaria un 49enne cittadino cinese, titolare del ristorante, comminando a suo carico ammende per l’ammontare complessivo di oltre 127.000,00 euro per aver omesso di sottoporre 14 lavoratori dipendenti alla prescritta visita medica preventiva e di predisporre un’adeguata informazione sui rischi dell’attività e sulle procedure di primo soccorso e anti incendio.

Inoltre, nel corso del controllo, i Carabinieri hanno scoperto la presenza di un lavoratore “in nero”, motivo per cui a carico del titolare del ristorante è stata comminata una sanzione amministrativa di 3.600 euro con l’obbligo di regolarizzare la posizione del dipendente.

Dalla stessa categoria