Con la determina per effetto della quale viene nominato il responsabile per la definizione della procedura espropriativa per il recupero di immobili dell’antico quartiere Casazza – ai piedi del castello  – per finalità turistico recettive, la Commissione straordinaria che regge le sorti del comune di Mistretta, ha di fatto concluso l’iter amministrativo che dispone l’inizio dei lavori.

Si tratta del primo stralcio del progetto, per un importo di 1 milione e 100 mila euro, finanziato dall’Assessorato Regionale alle Infrastrutture, che prevede il recupero di un’area in pieno centro storico, con decreto notificato al Comune di Mistretta nel giugno del 2019. Un piano di recupero avviato nei primi anni del 2000 con la redazione del piano particolareggiato.

Nel 2011 il Comune amastratino affida ad un professionista il servizio di progettazione esecutiva e di coordinamento per la sicurezza. L’Si tratta del primo stralcio del progetto, qualche anno dopo, nel febbraio 2015, pubblica il bando e, in quell’occasione, l’Ente invita il progettista a aggiornare il progetto di livello esecutivo primo stralcio. I lavori sono stati appaltati alla ditta BECAM COSTRUZIONI Slr di Sant’Agata di Militello.

In questa fase, con gli atti adottati dalla Commissione prefettizia, viene disposta l’occupazione urgente e la relativa immissione in possesso degli immobili (ruderi) su cui ricade l’intervento, allo scopo di dare sollecito inizio ai lavori per la realizzazione dell’opera pubblica.