Mistretta, incandidabilità: respinto ricorso contro Porracciolo e Provenzale


Respinto il ricorso in appello presentato dall’Avvocatura dello Stato che, dopo aver perso il primo round davanti al tribunale civile di Patti, ricorreva in Corte d’Appello contro la sentenza che ha dichiarava candidabili alle elezioni per la Camera dei deputati, per il Senato della Repubblica e per il Parlamento Europeo, nonché alle elezioni regionali, provinciali, comunali e circoscrizionali, l’ex sindaco di Mistretta, Liborio Porracciolo e l’ex consigliere comunale Vincenzo Provenzale.

Osserva la Corte come, per entrambi gli interessati, così come rilevato dal Tribunale di Patti, non  sia stato riscontrato alcun tipo di concorso nelle vicende che hanno comportato lo scioglimento del consiglio comunale di Mistretta.

Dalla stessa categoria