Motta D’Affermo, crisi in giunta: il vice sindaco Lucia Martorana si dimette

Il vice sindaco di Motta D’Affermo, Lucia Martorana, ha rassegnato le proprie dimissioni da assessore rimettendo le deleghe al lavoro, occupazione, innovazione e semplificazione amministrativa, bilancio e finanze, gestione rifiuti, turismo sport, spettacolo, politiche giovanili e cultura, nelle mani del sindaco Sebastiano Adamo.

L’ex vice sindaco ha protocollato la destituzione irrevocabile da assessore e da “vice Adamo” lo scorso venerdì perché, come lei stessa scrive: “ritengo che non esistano più le condizioni per poter esercitare serenamente le funzioni a me delegate, considerato il venir meno di quel rapporto di fiducia e quella comunicazione diretta e aperta, sia con Lei in qualità di Sindaco, sia con alcuni componenti del gruppo “Riparte Motta”.

Lucia Martorana nella nota indirizzata al primo cittadino di Motta D’Affermo afferma: “Diversi i casi in cui il Lei, dietro la spinta subdola di qualche componente del gruppo di maggioranza che non vede di buon occhio la mia posizione (per il palese motivo che ambisce a ricoprire la carica da me rivestita), ha integralmente sovvertito scelte di cui ero proponente, senza nemmeno avere il garbo istituzionale di mettermi a conoscenza, nonostante le stesse proposte fossero state regolarmente discusse e condivise in seno alla totalità della giunta. Questi atteggiamenti si traducono in una chiara e palese assenza di fiducia nei confronti del mio operato e in tale ottica non vedo più i presupposti per una comunicazione diretta e aperta che ritengo, invece, indispensabili per poter esercitare a pieno le funzioni assegnatemi e per un confronto costruttivo anche, e soprattutto, nel momento in cui si presentano diversità di vedute e di posizioni.

Meriterebbero di essere attenzionate da parte Sua anche le difficoltà e criticità che si sono venute a creare nell’attuale consiglio comunale, dai Lei spesse volte ignorate (forse in virtù del quieto vivere). Considerato che fare l’assessore e il vicesindaco per me e stata una vera e propria missione, che non devo necessariamente mantenere il ruolo a tutti i costi, considerato che il mio paese merita solo il meglio e che non sono messa nelle condizioni di poterlo garantire, alla luce di quanto detto non ha senso che io continui a far parte della giunta Comunale. Lascio il mio ruolo con la consapevolezza di avere svolto I ‘incarico istituzionale con entusiasmo, passione e con un impegno serio e costante, nel solo ed esclusivo interesse dell’intera cittadinanza, mettendo da parte, spesse volte, anche il mio lavoro e la mia famiglia.

E’ pur vero che vado via con qualche rammarico, ovvero quello di non poter concludere i diversi progetti in itinere che mi hanno vista lavorare anche in prima linea giorno dopo giono. In ogni caso ci tengo particolarmente a ringraziarLa per la possibilità che mi ha concesso di fare, un’esperienza che per me è stata altamente formativa, che mi ha fatto comprendere tanti aspetti della vita politica, sociale ed economica che, invece, ignoravo. Ho Conosciuto amministratori, tecnici, dipendenti pubblici, artisti, imprenditori, semplici appassionati di politica che hanno arricchito il mio bagaglio culturale. In questa occasione non posso fare a meno di evidenziare il grande lavoro svolto dagli uffici che sempre supportato con professionalità e con una dedizione che spesso è andata oltre i compiti assegnati: è questo il motivo per cui ci tengo particolarmente a ringraziare ognuno di loro.

Voglio ringraziare gli Assessori Barberi, Ciardo e Di Prima con cui ho lavorato in piena e totale sinergia, nell’ottica di un rispetto reciproco che non è MAI, e sottolineo MAI venuto a mancare anche quando si presentavano divergenze d’opinione. Ringrazio tutti i cittadini che in questi anni mi hanno dimostrato affetto e stima, anche laddove non riuscivo a garantire loro l’assolvimento di giuste e lecite richieste. Rimango in carica in qualità di consigliere comunale – conclude l’ex vicesindaco Martorana –  e in quanto tale mi metterò sempre a disposizione e non verrò mai meno al mio impegno, nell’ambito del mio ruolo, per lo sviluppo e il benessere della nostra cittadina.”

Il sindaco Sebastiano Adamo, contattato telefonicamente, afferma che tutto frutto di un equivoco. “In una riunione, stasera, alla quale era presente l’intero gruppo di maggioranza, sono stati chiariti diversi aspetti e colmate diverse incomprensioni – afferma il primo cittadino di Motta d’Affermo. Lunedi prossimo, nel corso di un secondo incontro con il gruppo, che garantisco essere ancora compatto e coeso, si cercherà di mettere un punto definitivo sulla questione dalla quale, sono sicuro, né usciremo più rafforzati, con l’idea chiara su quelle che saranno le azioni amministrativa da intraprendere.”   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Da Milano Finanza