La direzione dell’U.O.C. tecnico dell’Asp 5 di Messina ha approvato i verbali di gara e l’aggiudicazione per i lavori di ristrutturazione del primo piano del presidio ospedaliero di Mistretta da adibire a reparti S.U.A.P. (speciale unità di accoglienza permanente) e Medicina.

Il Ministero della Salute aveva revocato la somma di € 1.619.092,38, finanziamento originariamente concesso per la costruzione di una R.S.A. (Residenza sanitaria assistenziale) nella via Matteotti, rimodulando e riassegnando la stessa somma a favore di un nuovo intervento presso il presidio ospedaliero che vedrebbe la realizzazione di un reparto S.u.a.p. e Medicina al primo piano dell’ospedale amastratino.

L’importo stanziato per la ristrutturazione –  € 1.619.092,38 – sarà ripartito:  1.322.545,48 di euro a carico dello Stato; 85.215,39 euro a carico della regione; 296.546,90 euro a carico dell’Asp 5. L’impresa che realizzerà i lavori è il Consorzio Stabile “Santa Chiara” società consortile A.R.L. con sede a Favara in provincia di Agrigento.

I lavori prevedono la realizzazione di 10 posti letto S.U.A.P. dedicati ad accogliere pazienti in stato vegetativo o stato di minima coscienza all’interno reparto per il trattamento dei pazienti con gravi cerebrolesioni acquisite in fase cronica e per la realizzazione di un reparto che comprende sia Medicina che Chirurgia per 8 posti letto (4 per ciascuna divisione) da realizzare nei vecchi reparti di Ostetricia e Ginecologia e la vecchia Divisione Chirurgica Generale.