Palermo, falsi nei bilanci: indagati Orlando e altri 23


Indagine della Procura di Palermo sui bilanci del Comune. Sotto inchiesta anche il sindaco, Leoluca Orlando, insieme con altri 23 tra ex assessori, dirigenti e capi area di Palazzo delle Aquile. L’accusa è di falso materiale commesso da pubblico ufficiale in atto pubblico.

Gli indagati avrebbero predisposto gli atti di preparazione alla redazione dei bilanci “attestando falsamente fatti dei quali tali atti erano destinati a provare la verità”. Per tutti è arrivato l’avviso di conclusione delle indagini, che riguardano la predisposizione dei bilanci di previsione 2016, 2017 e 2018, oltre che i Rendiconto 2015, 2016, 2017 e 2018.

Questi gli altri indagati: Luciano Abbonato, Lucetta Accordino, Carmela Agnello, Cosimo Aiello, Marcello Barbaro, Bohuslav Basile, Leonardo Brucato, Roberto D’Agostino, Paola Di Trapani, Salvatore Di Trapani, Giovanni Carlo Galvano, Antonino Gentile, Mario Li Castri, Gabriele Marchese, Marco Mazzurco, Vincenzo Messina, Antonino Mineo, Luigi Mortillaro, Sebastiano Orlando, Sergio Pollicita, Paolo Porretto, Stefano Puleo e Daniela Rimedio.

Il commento del sindaco di Palermo

“Ho avuto comunicazione dell’avviso di un’indagine, esaminerò gli atti depositati dalla Procura della Repubblica e per fare massima chiarezza attendo di essere ascoltato dai magistrati titolari delle indagini sul merito e sulle competenze in una materia, peraltro, particolarmente tecnica”. Lo dichiara il sindaco, Leoluca Orlando.

Dalla stessa categoria