Pronto il protocollo per le escursioni nelle aree  protette, elaborato da Federparchi con la consulta dei direttori e in collaborazione con Università Campus Bio Medico di Roma.

I punti fondamentali del protocollo speciale per le visite guidate nelle aree naturali protette prevedono una prenotazione obbligatoria anche tramite App, mascherine, igienizzazione delle mani al punto di raccolta, rilevamento della temperatura corporea, gruppi massimo di dodici persone con distanziamento sociale sino a due metri e dispositivi di protezione aggiuntiva per le guide da utilizzare in caso di necessità.

Il protocollo risponde alle prescrizioni previste dai decreti sull’emergenza sanitaria e andrà rispettato in modo rigoroso al fine di potere procedere alla fruizione dei parchi naturali non appena la normativa in vigore consentirà tali attività.

Nel frattempo Federparchi lancia una campagna di informazione rivolta a tutti gli enti gestori delle aree protette in modo da arrivare preparati alla prossima riapertura che, come le altre attività, sarà graduale e regolamentata, seguendo costantemente l’evoluzione delle disposizioni governative per il contenimento dell’epidemia nella Fase Due.

La prenotazione obbligatoria online è il presupposto per accedere alle visite guidate.

Il Commissario del Parco dei Nebrodi Luca Ferlito plaude al lavoro della Federazione dei Parchi e delle aree protette, guidate da Giampiero Sammuri e afferma: “Prendiamo atto di questa piattaforma, individuata su base nazionale, per poter successivamente procedere in assoluto raccordo con le strutture regionali individuate”.